ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùCronaca

Pavia, anziano spara e uccide il figlio della badante

Alla base del litigio che ha portato al gesto estremo forse i rimproveri per le avance dell’assistito alla madre della vittima

(Ansa)

2' di lettura

Ha imbracciato il suo fucile da caccia, regolarmente denunciato, e ha sparato contro il figlio della sua badante. Due colpi che hanno ucciso l’uomo, un italiano di 43 anni di Nicorvo (Pavia). L’omicidio è avvenuto domenica 5 giugno sera in una cascina nel territorio del comune di Gambolò (Pavia), in Lomellina, a pochi chilometri da Vigevano (Pavia). A uccidere è stato un anziano di 85 anni, malato e costretto a muoversi su una carrozzina. Al momento non si conoscono le ragioni che hanno spinto il pensionato a esplodere i due colpi risultati fatali al 43enne: a chiarire le cause sarà l’indagine subito avviata dalla Procura di Pavia.

Tuttavia sembra che l’85enne si sia risentito dopo che il figlio della badante lo aveva «rimproverato» per qualche attenzione di troppo che l’anziano avrebbe riservato a sua madre. Particolari che dovranno naturalmente trovare conferma negli accertamenti condotti dagli inquirenti. A lanciare l’allarme è stata la badante dell’anziano di Gambolò (Pavia), disperata dopo aver visto il figlio crollare sul pavimento dopo essere stato raggiunto dai due colpi di fucile. Sul posto sono subito accorsi i soccorritori, assieme ai carabinieri. Ormai non c’era più nulla da fare. Il 43enne è morto sul colpo.

Loading...

Da tempo l’85enne in carrozzina era assistito dalla badante. La donna è presente ogni giorno in casa dell’anziano, nella cascina fuori Gambolò. Una presenza necessaria considerate le condizioni di salute dell’anziano e il suo stato di immobilità. Rimane da capire con esattezza cosa abbia indotto il pensionato a prendere il suo fucile da caccia, regolarmente denunciato, e a premere il grilletto. Tra l’anziano e il figlio della sua badante c’è stata una discussione. Un confronto dai toni sempre più accesi. Inizialmente si era parlato di futili motivi alla base del gesto dell’85enne. Poi però, con il trascorrere dei minuti, sono emersi nuovi elementi che sembrano essere collegati al rapporto tra l’anziano e la sua badante. Presunti atteggiamenti avuti dall’85enne che non sarebbero piaciuti al figlio della donna. Da qui la discussione tra i due, sfociata nel dramma. La notizia è subito circolata a Gambolò (Pavia), suscitando enorme impressione e anche incredulità tra gli abitanti del comune lomellino.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti