Il Cav lascia Palazzo Grazioli: come cambia la geografia del potere a Roma

8/13Politica

Pci/Botteghe Oscure, la sede storica del partito di Togliatti

Dopo la II Guerra Mondiale, il Partito comunista italiano ebbe la sua sede nazionale, fino alla sua scomparsa dal panorama politico, a via delle Botteghe Oscure 4, nel centro di Roma. Al piano terra del palazzo c'erano gli spazi della libreria “Rinascita”, di proprietà del partito, nota come il «tempio della cultura di sinistra». La strada deve il suo nome alle numerose attività commerciali e artigiane prive di finestre, quindi oscure. Il palazzo sede del Pci, detto “Il Bottegone”, fu costruito dopo le demolizioni del 1938 e acquistato dal partito allora guidato da Palmiro Togliatti per 30 milioni di lire nel '46 con l'aiuto dei costruttori romani e Alfio e Alvaro Marchini. Nel 2000 i Ds, eredi politici del Pci, vendettero il palazzo all'Associazione bancaria italiana anche per ripagare parte dei quasi 600 milioni di debiti accumulati. L'Abi ne ha fatto una della due sedi operative.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti