ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùIl caso Evergrande

Pechino è allergica ai fallimenti corporate

Dal crack della piccola Chaori a quello di Baoshang i casi in Cina restano isolati. Ma ora Xi Jinping vuole mostrare più trasparenza al mercato: Evergrande è il primo test per saggiare la linea dura

di Rita Fatiguso

(REUTERS)

2' di lettura

In principio fu Chaori, una piccola società di Shanghai attiva nel settore dell’energia solare che il 7 marzo 2014 gettò la spugna perchè non riusciva a pagare 14 milioni di dollari di interessi in scadenza su un’emissione di bond da 164 milioni.

Piccola, ma solo per gli standard cinesi, Chaori fu lasciata fallire ed era la prima volta che un fatto simile si verificava tra la meraviglia degli operatori finanziari.

Il caso Chaori

Per la Cina, allergica ai fallimenti corporate, quello era un punto di svolta psicologico...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti