dopo le proteste dei pastori

Pecorino romano Dop, nuovi prodotti per scongiurare un’altra crisi del latte sardo

Il Consorzio autorizza tre nuove tipologie di formaggio per trovare nuovi sbocchi al latte di pecora e alzarne così il prezzo

di Micaela Cappellini


default onloading pic
(Agf)

2' di lettura

Il Consorzio per la tutela del Pecorino Romano Dop punta su tre nuovi prodotti per conquistare nuovi mercati internazionali e affermarsi su nuovi canali di diffusione di fascia più alta, come gli hotel, i ristoranti e i Gourmet Store. Con un unico, vero, obiettivo in testa: quello di offrire nuovi sbocchi al latte di pecora sardo, in modo da sostenerne il prezzo riconosciuto ai pastori e scongiurare così il rischio di una nuova crisi in Sardegna. A quasi un anno dalle proteste di strada e dalle centinaia di litri di latte versati.

(Marka)

Le tre nuove tipologie di Pecorino Romano si chiameranno “Extra” (a basso contenuto di sale), “Riserva” (stagionato almeno 14 mesi) e di “Montagna”. Il percorso di modifica del disciplinare di produzione della Dop è stato avviato nelle settimane scorse e l’assemblea dei soci del Consorzio ha già approvato le modifiche al Disciplinare.

Ora bisognerà aspettare solo le verifiche del Ministero e della Commissione DG Agricoltura, per vedere le tre nuove tipologie di Pecorino Romano sui banchi dei supermercati o nei menu dei ristoranti.

A quasi un anno dalle proteste in Sardegna, il prezzo del latte di pecora è risalito, ma ancora non abbastanza da accontentare i pastori. Che lo scorso ottobre, alla ministra dell’Agricoltura, Teresa Bellanova, avevano chiesto lo sblocco dei fondi (promessi e mai attivati) per il sostegno al settore, l’abbattimento dei tassi di interesse per i prestiti degli allevatori e, soprattutto, un prezzo del latte di pecora fissato ad almeno 0,90 euro al litro. Ora, ad alzare le remunerazioni, ci proverà il Consorzio, offrendo nuovi sbocchi di fascia al latte dei pastori.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...