ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùL’addio

Pelé, a Santos funerale da 230mila persone per «’O Rey» del calcio

Il presidente Lula presente alla cerimonia celebrata nello stadio in cui nacque la sua leggenda. Il feretro sosta davanti la casa della madre

Brasile, l'ultimo saluto a Pelé

3' di lettura

Il Brasile ha dato l’ultimo saluto con 230mila persone presenti a Pelé, leggenda calcistica che ha unito un Paese aspramente diviso. Il presidente Luiz Inácio Lula da Silva, appena reinsediatosi, gli ha reso omaggio a Vila Belmiro, lo stadio del suo Santos, in cui ha giocato per la maggior parte della carriera. Il fuoriclasse, morto la scorsa settimana all’età di 82 anni, è stato deposto proprio nella città in cui è diventato famoso dopo essercisi trasferito all’età di 15 anni per giocare nel Santos Fc. La messa funebre si è tenuta nello stadio Vila Belmiro della squadra, prima che il suo feretro nero venisse portato per le strade della città con un camion dei pompieri.

Il corteo funebre

È stata portata nel cimitero mentre le bande musicali suonavano la canzone ufficiale della squadra e un inno cattolico romano. Prima dell’arrivo della bara avvolta d’oro, i partecipanti hanno cantato canzoni di samba che piacevano a Pelé. Alcune leggende del calcio brasiliano non erano presenti. File di magliette con il numero 10 di Pelé sono state posizionate dietro una delle porte dello stadio, sventolate dal vento estivo della città. Una parte degli spalti si è riempita di mazzi di fiori depositati da persone in lutto e inviati da club e giocatori famosi - tra cui gli assenti Neymar e Ronaldo - mentre gli altoparlanti suonavano la canzone Eu sou Pelé incisa da lui stesso. Tra i momenti più emozionanti il passaggio del feretro davanti alla casa della madre, Celeste, che ha compiuto 100 anni proprio lo scorso 20 novembre, primo giorno dei Mondiali in Qatar. L’anziana non si è potuta affacciare in strada, viste le delicate condizioni di salute, ma a rappresentarla c’era la sorella di Pelé, Maria Lúcia, che tra le lacrime ha ringraziato la folla accorsa sul posto.

Loading...
Pelé, a Santos i funerali con Lula

Pelé, a Santos i funerali con Lula

Photogallery32 foto

Visualizza

Il cordoglio della Fifa

La folla era per lo più locale, anche se alcuni sono venuti da lontano e molti dei partecipanti erano troppo giovani per aver visto Pelé giocare. L’atmosfera era leggera, mentre la gente filtrava fuori dallo stadio verso i bar locali, indossando le maglie del Santos e del Brasile. Il motivo di tanta commozione è facile da spiegare: molti brasiliani attribuiscono a Pelé il merito di aver portato il Paese per la prima volta sulla scena mondiale.Il Presidente della Fifa Gianni Infantino ha detto ai giornalisti che ogni Paese dovrebbe intitolare uno stadio a Pelé.«Sono qui con molta emozione, tristezza, ma anche con un sorriso perché ci ha regalato tanti sorrisi», ha detto Infantino. «Come Fifa, renderemo omaggio a ’O Rey e chiediamo a tutto il mondo di osservare un minuto di silenzio».

Le defezioni illustri

Tra le defezioni più pesanti quella del ct della «Selecao», Tite, nonché del fuoriclasse del Paris Saint-Germain, Neymar, da molti considerato il diretto erede di Pelé. Non c’erano neanche Kakà e Ronaldo. Presenti invece alcuni ex giocatori e componenti dell’attuale squadra del Santos, come Javier Zanetti, Yeferson Soteldo, Marcos Leonardo, Ângelo Gabriel, Elano, Zé Roberto, Léo ed Emerson Sheik. Pelé era in cura per un cancro al colon dal 2021. Il centro medico dove era stato ricoverato ha dichiarato che è morto per un’insufficienza multipla degli organi a causa del cancro. II fuoriclasse ha portato il Brasile a vincere la Coppa del Mondo nel 1958, 1962 e 1970 e rimane uno dei capocannonieri auriverde di tutti i tempi della squadra con 77 gol. Neymar ha pareggiato il record di Pelé durante la Coppa del Mondo di quest’anno in Qatar.


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti