Lavoro e previdenza

Pensioni -I cinque strumenti da utilizzare


default onloading pic
(AdobeStock)

2' di lettura

1. CUMULO GRATUITO
La “trappola” del contributivo

Per il cumulo gratuito, che consente di richiamare i contributi versati nelle varie casse, la legge 228/2012 parla di principio “pro quota”. In realtà le singole casse professionali hanno talvolta deliberato alcune modifiche al metodo di calcolo. Ad esempio Cnpadc (commercialisti) e Cassa Forense (avvocati) hanno disposto che per gli assicurati che optino per il cumulo senza i requisiti “interni” di anzianità contributiva, la quota a carico della cassa sarà liquidata con il metodo di calcolo contributivo.

2. RISCATTO DELLA LAUREA AGEVOLATO
Non valido per le Casse

Il nuovo riscatto agevolato a costo ridotto e forfettario, introdotto dal decreto legge 4/2019, può essere richiesto unicamente in Inps. L’assicurato deve aver accantonato almeno un contributo presso una delle gestioni dell’Istituto e il periodo legale del corso di laurea deve essere posteriore al 31 dicembre 1995. Questa formula agevolata non è prevista dalle Casse per liberi professionisti ma potrà essere utilizzata in cumulo.

3. RICONGIUNZIONE ONEROSA
A volte è più conveniente

Accanto al metodo del cumulo contributivo permane la vecchia ricongiunzione onerosa fra casse verso gestioni Inps e/o presso altre casse, che esclude la sola gestione separata Inps. Questa consente sempre di accedere agli ingressi a pensione peculiari delle singole casse (come quota 99 per Enpacl) e maggiori strategie per gli anni accantonati con metodo retributivo. L’onere di ricongiunzione viene abbattuto dal valore dei contributi “transitanti” ed è completamente deducibile fiscalmente.

4. SERVIZIO MILITARE
Oneroso nelle Casse, gratis all’Inps

Il riconoscimento del periodo di leva obbligatorio può essere richiesto gratuitamente per gli iscritti Inps che abbiano prestato servizio nei vari corpi armati con accredito di contributi utili sia al diritto sia alla misura pensionistica. La domanda può anche essere presentata in una Cassa, ma sia in Enpacl, che in Cnpadc e in Cassa forense il riscatto è oneroso. Spesso, quindi, potrà convenire richiederlo in Inps (se si ha una posizione) e utilizzare poi il cumulo.

5. PRATICANTATO 
Riscatto possibile solo in Cassa

Il periodo di praticantato anteriore all’abilitazione professionale può essere riscattato unicamente nelle Casse professionali, non essendo accessibile questa opzione all’interno delle gestioni Inps, a eccezione dei soli promotori finanziari. Anche in questo caso, il libero professionista potrebbe valutare di riscattare il periodo nella cassa, pianificando poi il cumulo contributivo alla fine della carriera.

    Brand connect

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...