ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùEvoluzioni

People of Shibuya guarda al mondo e cambia nome

Mercati più inclusivi

di Chiara Beghelli

Viaggiatore. Colori ispirati all’aurora boreale nella collezione AI 23 di People

2' di lettura

«Che cosa c’è in un nome?», si chiede William Shakespeare in Romeo e Giulietta. Una domanda che non cessa di essere filosofica se applicata a un marchio. È infatti proprio attraverso il cambio del suo nome che un marchio decide di cambiare identità. Ed è la scelta fatta da People of Shibuya, che ha deciso di diventare solo People. «Noi nasciamo in Giappone, per le strade del quartiere cool di Tokyo, dove ci siamo recati sei anni fa alla ricerca di tessuti in grado di offrire alte performance di tenuta per affrontare vari agenti atmosferici per i nostri capi multifunzionali e adattabili a diverse situazioni e temperature - racconta Angelo Loffredo, direttore commerciale e co-fondatore di People -. Siamo partiti avendo una visione italiana ed europea d’ispirazione Japan e, per sei anni, siamo stati identificati così. Oggi però che la nostra visione si allarga a tutto il mondo, dagli Stati Uniti ai mercati asiatici, e “Shibuya”, che era stato un nostro plus, in un mondo dove non esistono più barriere e si va sempre più verso l’inclusione e la multietnicità, si trasforma in una sorta di limitazione. Dunque ecco la necessità di evolvere da People of Shibuya a globetrotter del mondo, senza dimenticare che i nostri partner già ci chiamavano People».

Il fatturato del marchio è cresciuto a doppia cifra negli ultimi anni, anche grazie a scommesse vinte come il lancio del total look lo scorso giugno, proprio a Pitti, «che ha portato a quasi un raddoppio del fatturato della collezione PE 2022 e 2023 - aggiunge -. La nostra strada è segnata, sempre più indirizzata verso un nuovo total look più eclettico, funzionale e allo stesso tempo performante e tecnologico, nella direzione di un nuovo concetto di outdoor luxury».

Loading...

Strada che porta anche sempre di più verso l’estero e il digitale, con l’e-commerce in crescita a doppia cifra e che attrarrà costanti investimenti da parte di Goodfellas, azienda bresciana che produce il marchio, noto per i suoi capi ad alto tasso di ricerca & sviluppo: nella collezione AI 2023 People affina e amplia la ricerca dei tessuti proponendo materiali con effetti cangianti, Thermore, Primaloft, lana tecnica di Loro Piana fino agli ultra-performanti di Goretex. «Siamo nati nel mondo delle performance e ancora oggi il nostro prodotto è per il 70% composto da tessuti tecnologici, finiture e lavorazioni anti-goccia e anti-vento - sottolinea Loffredo -. I capi vengono studiati per durare nel tempo e per essere utilizzati tutto l’anno».

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti