consumi

Per il «Black Friday» una corsa agli acquisti da 1,5 miliardi di euro

di Andrea Biondi


default onloading pic
(Ansa)

3' di lettura

Una febbre da acquisti che si è espansa a mo’ di influenza stagionale. A beneficiarne sarà l’e-commerce ma saranno anche le vendite offline. Un sondaggio di Confesercenti-Swg su consumatori e commercianti indica in 14 milioni gli italiani pronti a fare acquisti oggi, per un giro d’affari complessivo di 1,5 miliardi di euro.

Concentrandosi solo sul versante online, l’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm Politecnico di Milano ha stimato nei giorni scorsi al Sole 24 Ore (si veda l’edizione del 14 novembre) acquisti per 800 milioni di euro nei 4 giorni compresi fra oggi e il Cyber Monday. «Da quel che vediamo – dice Riccardo Mangiaracina, responsabile scientifico dell’Osservatorio – quel dato potrebbe anche essere superato. Il traguardo del miliardo di euro appare alla portata».

Si vedrà. Certo è che la febbre da Black Friday (che per gli americani coincide con il giorno successivo al Thanksgiving e con l’inizio del periodo natalizio) pare aver contagiato più o meno ogni settore portando a iniziative in alcuni casi curiose. Per dirne una: Tper (l’azienda di trasporto pubblico a Bologna) in occasione del Black Friday ha deciso di abbassare a 4 euro (contro i 7 abituali) il costo del biglietto di andata e ritorno per la navetta che conduce a Fico, il parco agroalimentare che ha aperto i battenti nel capoluogo emiliano una settimana fa.

Black friday, giro d'affari da 1,5 mld

È solo un esempio. Ma il battage sui supersconti quest’anno sembra aver definitivamente portato fuori dal cono d’ombra questa giornata clou per e-shopping. Una notorietà sulla quale ha sicuramente inciso anche lo sciopero proclamato dai sindacati, per la giornata di oggi in Amazon, per i lavoratori del centro logistico di Castel San Giovanni, in provincia di Piacenza. Qui sono impiegati in 1.600 con contratto stabile cui si aggiungono 2mila altri lavoratori con contratti in somministrazione arruolati per il picco di Natale (da ottobre a novembre).

Anche per questi ultimi i sindacati di categoria Nidil Cgil, Ferlsea Cisl e Uiltemp hanno indetto una giornata di sciopero. Difficile pensare a livelli di adesione importanti fra i cosiddetti “green badge”, i lavoratori somministrati. Per i sindacati – in protesta in particolar modo sul mancato riconoscimento di un contratto integrativo – il vero banco di prova sarà invece l’adesione dei lavoratori stabili. Dalla partecipazione si capirà quanto potrà risultare rallentata l’attività di consegna da parte del gigante di Seattle anche se l’azienda, ancora ieri, ha ripetuto di essere «focalizzata sulle promesse che facciamo ai nostri clienti, anche nel giorno del Black Friday».

«Il successo del Black Friday di quest’anno – spiega Roberto Liscia, presidente del Consorzio Netcomm che riunisce le imprese che fanno e-commerce in Italia – impone una riflessione delle regole su online come sull’offline». Di certo, in tema di e-commerce, l’impennata di notorietà del Black Friday ha portato società specializzate a mettere in guardia dalle truffe informatiche in cui si cade, per esempio, cliccando sull’allegato di e-mail infette allettati da possibili gift card.

Le associazioni dei consumatori hanno richiamato a un supplemento di cautela. Intanto però i numeri fanno capire che il settore del commercio, e in particolar modo le aziende che vendono online, quest’anno potrebbero davvero fregarsi le mani. Il sondaggio Confesercenti-Swg mette ad esempio in evidenza che il 50% dei consumatori partecipanti al Black Friday userà l’occasione per fare almeno un regalo di Natale, l’8% addirittura la maggior parte. Indubbio, insomma, che oggi sarà per molti aspetti anche un test della ripresa dei consumi in previsione delle festività.

Ma cosa si compra? Si cerca soprattutto tecnologia, indicata dal 60% degli intervistati, e poi moda ed abbigliamento (40%). In terza posizione, a grande distanza, emergono i viaggi (8%). In Dhl per la Cyber Week l’attesa è di una settimana di incremento dei volumi di circa il 40% per il nazionale e del 15% sull’internazionale rispetto a una settimana standard. Il comparatore Pagomeno ha visto crescere il traffico del 94% da lunedì 20 novembre rispetto alla settimana precedente. Tutto è pronto per il grande giorno dell’e-commerce.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...