ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùBanche

Per Bper prosegue la serie positiva dopo ok Antitrust a Carige

Mercoledì le azioni hanno sfiorato quota 2 euro, soglia mai toccata dal 23 febbraio scorso prima dell'avvio della guerra in Ucraina. Nelle ultime tre settimane sono salite di quasi il 30%

di Chiara Di Cristofaro

(IMAGOECONOMICA)

1' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Prosegue la serie positiva di Banca Pop Er in Borsa, con il titolo che in rialzo sul FTSE MIB. Mercoledì le azioni hanno sfiorato quota 2 euro, soglia mai toccata dal 23 febbraio scorso prima dell'avvio della guerra in Ucraina. Nelle ultime tre settimane sono salite di quasi il 30%. A fare da traino è ancora l'ok Antitrust all'acquisizione del controllo di Carige mediante acquisto dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi dell'80% del capitale: l'operazione dovrebbe essere formalizzata entro questa settimana, secondo le indiscrezioni, e ad essa seguirà il lancio dell'opa sulle quote di minoranza.

Nell'ambito della decisione, l'Antitrust ha indicato a Bper la cessione di 48 filiali (13 in Sardegna, 19 in Liguria, 4 in Toscana, 7 in Emilia Romagna, 5 nel Lazio, pari a circa il 12% delle rete di sportelli complessiva di Carige) al Banco Desio, che ha formulato un`offerta vincolate per le filiali, già sottoscritta. «Ricordiamo - dicono gli analisti di Equita - che Bper ha già ricevuto l'autorizzazione da parte della Bce e dell'Ivass per l`acquisizione della partecipazione di controllo in Carige e che il closing definito del deal è atteso entro la prima decade di giugno». Come già comunicato, a seguito dell'acquisizione, Bper promuoverà un'Opa sul restante 20% di Carige non detenuto, riconoscendo un corrispettivo di 0,8 euro per azione.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti