bilanci

Per il ceo di Zurich Greco uno "stipendio" di 7,3 milioni nel 2016

di Giuliana Licini

(CARLO CARINO)

2' di lettura

Ammonta a 7,8 milioni di franchi svizzeri, pari a circa 7,3 milioni di euro, la remunerazione di Mario Greco quale Group Ceo di Zurich per il 2016, anche se in parte maturerà nel 2019. Come precisa la relazione sulla remunerazione del gruppo elvetico - consultata da Radiocor Plus - il ceo, che ha assunto l'incarico il 7 marzo dello scorso anno dopo avere lasciato Generali, è stata la «persona più pagata» nel gruppo Zurich. La remunerazione - lorda e pro-rata di riflesso all'inizio del mandato a marzo - include un salario base di 1,3 milioni di franchi, un incentivo cash concesso a fine anno di 2,6 milioni, l'assegnazione di azioni per il valore di 3,4 milioni in base al piano di incentivi di lungo termine, 0,4 milioni di benefici previdenziali e 0,1 milioni di altri benefici.

Oltre a questo - precisa il documento - è previsto un pagamento in cash e performance shares del valore complessivo di 4,2 milioni di franchi (per 4 milioni in azioni), ovvero circa 3,9 milioni di ero, che maturerà nel 2019 e andrà a compensare la perdita del «piano di incentivi del precedente datore di lavoro» di Greco, ovvero le Generali. La relazione precisa che anche i 3,4 milioni di franchi in azioni assegnati sulla base della performance, matureranno al 100% nel 2019 e quindi la remunerazione effettiva del ceo, in assenza di precedenti assegnazioni di bonus, per il 2016 è stata di 4,4 milioni di franchi. Il predecessore di Greco a Zurich, Martin Senn a titolo del 2015 aveva compensi per un totale di 6,1 milioni di franchi. Il salario base di Sepp era di 1,6 milioni, ma gli incentivi cash di fine anno ammontavano solo a 0,4 milioni.

Loading...

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti