la prima gara contro la scozia

Per l’Italia del rugby parte un tour estivo con poche certezze

di Giacomo Bagnasco

(AP)

3' di lettura

È la prima volta in azzurro per due giocatori (il tallonatore Luca Bigi e il seconda linea Dean Budd, equiparato neozelandese), è la prima volta per il ct scozzese (Greg Townsend) ed è la prima volta perfino per Singapore, che non aveva mai ospitato un test match di rugby a 15 tra Nazionali di prima fascia.

Non mancano motivi di interesse e curiosità per questo Italia-Scozia che apre un tour di giugno fondato su un trittico: dopo il match di domani gli uomini del ct Conor O' Shea sono attesi, nei due sabati successivi, dalle trasferte a Figi e in Australia. Di sicuro non siamo lontani dal concetto di una serie sperimentale di impegni, visto che per motivi differenti un nucleo significativo di giocatori esperti e importanti salta questo giro. Si parla innanzitutto del capitano Sergio Parisse, che a quasi 34 anni deve gestire gli impegni e il fisico per arrivare alla Coppa del Mondo 2019, ma restano fuori anche Favaro, McLean, Ghiraldini, Cittadini, Zanni.

Loading...

Colpisce, in particolare, la ridottissima quota di presenze azzurre accumulate in prima linea: tra i due piloni (Lovotti e Ferrari) e il tallonatore che scenderanno in campo totalizziamo 16 caps, e il trio di rincalzo che andrà in panchina (i piloni Zani e Ceccarelli, il tallonatore Gega) ne mette insieme 19. In tutto, 35 presenze divise tra sei atleti, un terzo delle 107 che da solo colleziona Ford, tallonatore scozzese. Si tratta solo di un esempio, da cui non si possono trarre conclusioni “drastiche”, ma in generale lo schieramento dei nostri avversari sembra avere una consistenza migliore, nonostante il fatto che alcuni uomini del Cardo siano attualmente impegnati in Nuova Zelanda con i British & Irish Lions.
Sarebbero gradite, ovviamente, smentite e sorprese, come quelle che sta fornendo in questi giorni la Nazionale Under 20 ai Mondiali di categoria, in svolgimento in Georgia. Gli Azzurrini, che come i “fratelli maggiori” hanno finito il Sei Nazioni 2017 all'ultimo posto, sono riusciti per la prima volta ad arrivare tra i primi otto. Nella fase a gironi la vittoria per 22-21 sull'Irlanda, la sconfitta per 68-26 dalla solita grande Nuova Zelanda (cui però sono state segnate quattro mete, ottenendo un punto di bonus in classifica) e il 16-17 subìto con più di un rimpianto ieri dalla Scozia portano i ragazzi allenati da Carlo Orlandi e Alessandro Troncon a un buon terzo posto di pool e a disputarsi le posizioni dalla quinta all'ottava. Prossimo impegno contro l'Australia.

COSÌ IN CAMPO
(sabato 10 giugno, Singapore, 14.00 ora italiana)
Italia: Padovani; Esposito, Campagnaro, Boni, L. Sarto; Allan, Gori (cap.); Barbieri, Mbanda', Minto; Budd, Fuser; Ferrari, Bigi, Lovotti. A disposizione: Gega, Zani, Ceccarelli, Van Schalkwyk, Steyn, Violi, Canna, Benvenuti. Commissario tecnico: Conor O'Shea
Scozia: Taylor; Hoyland, Scott, Dunbar, Visser; Russell, Price; Strauss, Hardie, Barclay (cap.); Toolis, Swindon; Nel, Ford, Dell. A disposizione: Brown, Reid, Fagerson, Harley, Bradbury, Wilson, Pyrgos, Horne. Commissario tecnico: Greg Townsend
Arbitro: Paul Williams (Nuova Zelanda)

La partita sarà trasmessa in diretta da DMax, canale 57 del digitale terrestre

I TEST MATCH DI GIUGNO E LUGLIO
10 giugno: ITALIA-Scozia; Australia-Figi; Giappone-Romania; Sudafrica-Francia; Argentina-Inghilterra; Stati Uniti-Irlanda; Canada-Georgia
16 giugno: Tonga-Galles
17 giugno: Figi-ITALIA; Australia-Scozia; Giappone-Irlanda; Sudafrica-Francia; Stati Uniti-Georgia; Argentina-Inghilterra
23 giugno: Samoa-Galles
24 giugno: Australia-ITALIA; Nuova Zelanda-British & Irish Lions; Figi-Scozia; Sudafrica-Francia; Argentina-Georgia; Giappone-Irlanda
1° luglio: Nuova Zelanda-British & Irish Lions; Samoa-Tonga
8 luglio: Nuova Zelanda-British & Irish Lions; Figi-Tonga

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti