ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùSOLUZIONI TECH 

Per la pausa pranzo post-coronavirus ora c’è il locker refrigerato

E’ una delle alternative a mense e bar o al food delivery classico. Ogni armadietto Delò contiene due pasti e una bibita con un kit di piatti e posate compostabili

di Luisanna Benfatto

default onloading pic
Il locker refrigerato per la pausa pranzo

E’ una delle alternative a mense e bar o al food delivery classico. Ogni armadietto Delò contiene due pasti e una bibita con un kit di piatti e posate compostabili


2' di lettura

Il modello è quello di Amazon che mette a disposizione ai clienti armadietti sparsi in città per poter ritirare, quando si vuole, i prodotti ordinati. Così funziona anche Delò delivery locker, la soluzione Made in Italy per il comparto food, ideata da Giuseppe Castronovo, founder e ceo di Streeteat.

“E’ un progetto a cui lavoriamo da più di un anno, spiega Castronovo, prima della pandemia. Il concept prevede un mobile contenitore di 48 locker refrigerati posizionabile in qualsiasi ambiente nelle aziende che non hanno una mensa e che vogliono assicurare un pasto ai dipendenti senza che questi siano costretti a uscire dal luogo di lavoro. Gli iscritti al servizio possono scegliere via app tra 10 proposte di piatti consegnati quotidianamente e consumarli quando e dove vogliono. Ogni box è personale e il cibo è confezionato in ATP, ha una shelf life di una settimana e viene proposto con una bibita e un kit di piatti e posate compostabili ”.

Oltre ai locker, l’app con il sistema di pagamento integrato (carta di credito o ticket) e i cibi prodotti da tre dark kitchen verificate, viene anche fornito, a richiesta, uno spazio arredato con tavoli e sedie e un corner per il microonde dove i lavoratori possono godere al meglio della pausa pranzo. Il modello di business, spiega il ceo, prevede che l’azienda a cui forniamo il locker in comodato d’uso ci assicuri una fornitura minima garantita di pasti mensili.

“Fino ad ora abbiamo ricevuto una quindicina di richieste di interesse da parte di società di servizi e anche da imprese che lavorano nella moda e nel lusso poichè il nostro modulo offre flessibiità assoluta, soluzioni tailor made e soprattutto sicurezza. Sanifichiamo i locker ogni due giorni e tutta la nostra filiera, dalla produzione alla consegna, è garantita e segue i protocolli anti contagio vigenti”.

Prossimo passo, conclude Castronovo, l’offerta del nostro concept ai condomini o anche luoghi aperti come le stazioni.

Riproduzione riservata ©
  • default onloading pic

    Luisanna BenfattoRedattore

    Luogo: Milano

    Lingue parlate: francese, portoghese, inglese

    Argomenti: food, travel, lifestyle, startup, tecnologia, social media, digital e data jounalism

Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...