da domenica il mipel

Per la pelletteria italiana cresce l’export ma soffrono i consumi interni

Fra gennaio e maggio il valore dell’export è aumentato del 27,5%, ma il mercato nazionale segna -3,1% nella spesa. Ecco le novità del salone, quest’anno più che mai all’insegna della sostenibilità

di Marika Gervasio

default onloading pic

Fra gennaio e maggio il valore dell’export è aumentato del 27,5%, ma il mercato nazionale segna -3,1% nella spesa. Ecco le novità del salone, quest’anno più che mai all’insegna della sostenibilità


3' di lettura

Un settore a doppia velocità: così il neopresidente di Assopellettieri, Franco Gabbrielli, ha definito la pelletteria durante la presentazione della 116esima edizione di Mipel, la fiera dedicata al mercato di borse e accessori moda che si terrà a Rho-Fieramilano dal 15 al 18 settembre in concomitanza con Micam e Homi (il 15 e il 16 settembre).

Se, infatti, il mercato interno continua a soffrire con una riduzione del 3,1% della spesa delle famiglie italiane (dati Sita Ricerca), confermando il trend del 2018, le vendite all’estero crescono in valore a testimonianza dell’innalzamento della qualità dei prodotti made in Italy, ma anche dell’importante ruolo dei grandi marchi internazionali del lusso.

Loading...

Secondo i dati elaborati per Assopellettieri dal Centro studi di Confindustria moda, infatti, da gennaio a maggio 2019 il valore dell’export è aumentato del 27,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, raggiungendo i 4,3 miliardi di euro con una bilancia commerciale che ha superato i 2,9 miliardi (+39,2%). Best performer la Svizzera, prima destinazione in valore del made in Italy con una quota del 38,5% sul totale, che mette a segno un +112,7%, seguita da Francia (394 milioni, +11,9%) e Stati Uniti (274 milioni, +10,9%).

«Le grandi aziende stanno crescendo molto e investendo in Italia - commenta Gabbrielli -, come dimostra la forte crescita registrata dalle esportazioni in Svizzera, hub logistico-distributivo proprio dei brand internazionali della moda, al netto delle quali l’incremento dell’export settoriale si ridurrebbe al 2%. Non altrettanto si può dire delle piccole imprese che stanno soffrendo.

Basti pensare che i dati di Infocamere-Movimprese segnavano a fine giugno 2019 un saldo negativo nel numero di imprese, tra industria e artigianato, di 78 unità rispetto a fine dicembre 2018. E di questo siamo molto preoccupati. I motivi delle difficoltà vanno cercati anche nel fatto di non essere state in grado di modernizzarsi, magari per mancanza di risorse o per una questione di mentalità».

Tuttavia Gabbrielli si dichiara ottimista e si prepara ad aprire la prossima edizione di Mipel - organizzata da Assopellettieri con il supporto di Ice-Agenzia e Mise - all’insegna della sostenibilità e dell’impegno green. Tra gli espositori presenti alla manifestazione, che riunisce ogni edizione oltre 350 brand e più di 12mila visitatori qualificati provenienti da tutto il mondo, marchi consolidati come Athison, Bric’s, Cabin Zero, Caterina Lucchi, Cromia, Gabs, La Martina, Tosca Blu, e per la prima volta aziende nuove come Aeronautica Militare, Gio Cellini, Lamborghini, Nannini.

Il tema del rispetto dell’ambiente si respirerà già nell’allestimento con installazioni metaforiche in cui tutto il verde del nostro Pianeta abbandona la terra a causa dell’indiscriminato sfruttamento e dell’inquinamento. La natura non muore, ma si sposta verso l’alto. La vegetazione e gli alberi sono sollevati in aria, agli ingressi e lungo le corsie del padiglione.

Tra le iniziative, solo per citarne una, nella piazza di Scenario - palcoscenico dedicato alle aziende di ricerca - un posto speciale sarà occupato dal progetto Signature, a cui partecipano aziende che presentano le loro creazioni in maniera differente, dando spazio alla storia che sta dietro alla realizzazione di ogni prodotto sottolineandone le caratteristiche di sostenibilità. Obiettivo del progetto è raccontare il mondo della pelletteria alle generazioni contemporanee di consumatori sempre più attente alle storie e ai processi, ma al tempo stesso anche un modo differente di dialogare con i buyer internazionali.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti