i primi dati

Per i Professional partner l’obiettivo è «quota 1.000»

default onloading pic
(Funtap - stock.adobe.com)


2' di lettura

Non c’è solo il numero di adesioni – sia di Professional partner sia di Business partner – a segnalare l’attenzione degli operatori verso Partner 24 Ore, l’iniziativa lanciata dal Gruppo 24 Ore lo scorso ottobre. Dopo la fase di start up, infatti, il network sta via via entrando nella fase operativa vera e propria. E i primi effetti cominciano a vedersi.

Si intensificano così i contatti preliminari tra Professional partner, che hanno l'esigenza di soddisfare nuovi bisogni dei loro clienti, e i Business partner che hanno aderito al progetto del Sole 24 Ore. E proprio in questi giorni sono arrivate le prime richieste di consulenza, con l’attivazione vera e propria della collaborazione tra Professional e Business partner per erogare il servizio richiesto dai clienti.

Dal lancio di ottobre, quasi 200 studi di commercialisti hanno aderito alla piattaforma e sono diventati Professional partner. Sono studi che hanno già sottoscritto il contratto o che sono in attesa della verifica dei requisiti da parte del Sole 24 Ore. Il tasso di crescita delle adesioni è in continuo aumento, al punto che entro la fine dell'anno, si dovrebbe superare “quota 1.000”, primo traguardo di Partner 24 Ore.

I Professional partner hanno il loro studio prevalentemente nelle aree del Nord del Paese (50%, in prevalenza in Lombardia e Piemonte). Il Sud, con circa il 30% di adesioni, performa meglio del Centro, che si ferma al 20%. Quanto alle dimensioni degli studi, posto che per aderire a Partner 24 Ore è necessario avere un numero di collaboratori superiore a 4, si tratta evidentemente di studi di medie dimensioni, con alcune importanti eccezioni verso strutture di grandi dimensioni e con più sedi sul territorio nazionale. Insieme a molti studi di giovani professionisti, anche studi di fama e lunga tradizione hanno aderito al progetto. A dimostrazione del fatto che nessuno studio si sente più “intoccabile” e molti ritengono opportuno avvicinarsi a nuove logiche collaborative, per rispondere in modo più adeguato alle esigenze
del mercato

Altrettanto positivi i dati sui Business partner, con circa 30 adesioni (una decina a livello nazionale e i restanti a livello locale). Anche in questo caso, sono in corso numerose trattative che si concretizzeranno nel giro di poche settimane. È interessante notare che a Partner 24 Ore sono giunte candidature di Business partner per servizi in aree tematiche e materie che non erano state “mappate” in fase di elaborazione del progetto. Si tratta di opportunità che, in effetti, che sono spesso ritenute utili e necessarie per soddisfare in modo completo le esigenze dei Professional partner e che vengono ora via via inserite nell’offerta
del network.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti