ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTrasporto aereo

Per il quarto anno non scatta il dividendo, Fraport scivola alla Borsa di Francoforte

Vendite sul titolo della società, che gestisce lo scalo della città tedesca, dopo la presentazione dei conti dello scorso anno e la guidance sul 2022, inferiore alle attese del mercato

di Giuliana Licini

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Fraport in picchiata alla Borsa di Francoforte, dopo la presentazione dei conti del 2021 e soprattutto per la guidance sul 2022, inferiore alle attese, tanto più che per il quarto anno di fila non è prevista alcuna cedola. Il titolo della società, che gestisce l’aeroporto di Francoforte, accusa una flessione intorno al 7%. Per il 2022 Fraport prevede che il traffico a Francoforte sia tra i 39 e i 46 milioni di viaggiatori, pari al 55-65% del livello pre-crisi del 2019. I ricavi sono previsti a circa 3 miliardi di euro e l’Ebitda del gruppo dovrebbe essere compreso tra 760 e 880 milioni. L’utile netto è pronosticato nella gamma (alquanto ampia) tra 50 e 150 milioni.

«Surplus 2022 su riduzione debito per stabilizzare società»

La società precisa che «l’attuale situazione geopolitica è già stata presa in conto in questo outlook nella misura possibile, data tutta l’incertezza che c’è». Inoltre, «in considerazione del difficile contesto e dei costi sostenuti per aumentare la liquidità del gruppo, il surplus che sarà ottenuto nel 2022 verrà utilizzato per la riduzione del debito in modo da stabilizzare ulteriormente la società. Alla luce di questo, il consiglio di gestione di Fraport proporrà al consiglio di sorveglianza e all’assemblea degli azionisti, come nell’esercizio 2021, di non distribuire alcun dividendo per l’esercizio 2022 in corso». Gli azionisti resteranno dunque nuovamente a mani vuote. Fraport ha pagato un dividendo di 2 euro per azione per il 2018 e in realtà voleva mantenerlo stabile per il 2019. Tuttavia, dopo lo scoppio della pandemia, l'assemblea generale annuale aveva deciso di non versare la cedola.

Loading...

Il 2021, intanto, si è chiuso con un utile di 91,8 milioni di euro contro il rosso di 690 milioni del 2020, l’anno più colpito dalla crisi sanitaria. Il numero dei passeggeri lo scorso anno è aumentato del 32% a 24,8 milioni (ma -65% sul 2019) e il cargo ha toccato livelli record. L’Ebitda è tornato in territorio positivo, raggiungendo 757 milioni dal rosso di 250,6 milioni del 2020 e i ricavi sono saliti del 27,8% a a 2,14 miliardi. «La performance finanziaria ha continuato a risentire della pandemia di Covid-19», tuttavia Fraport ha registrato «un trend positivo sostenuto principalmente dallo stretto controllo dei costi e dalla ripresa del traffico aereo durante la seconda metà dell’anno», ha sottolineato la società. Nel corso dell’anno sono stati soppressi 4.300 posti di lavoro «in modo socialmente responsabile» ed è stata introdotto l’orario ridotto per i dipendenti non operativi, precisa Fraport.


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti