Open insurtech

Per la smart home nasce la polizza «a consumo» contro i furti

EnelX, Neosurance e Net Insuraance si alleano per un’assicurazione ad hoc per la sicurezza della casa intelligente

di Gianni Rusconi

3' di lettura

Si chiama Homix Smart Protection, è un'assicurazione flessibile associata all'omonima soluzione per la smart home di EnelX e, soprattutto, si presenta sul mercato italiano con un vanto: essere la prima polizza pay-per-use per proteggere la propria abitazione intelligente da possibili furti.

Per realizzarla hanno fatto squadra comune, oltre alla business line del Gruppo Enel attiva anche nel campo della mobilità elettrica con 175mila punti di ricarica pubblici e privati a livello globale, il broker assicurativo digitale Neosurance e la compagnia Net Insurance.

Loading...

Tariffa a consumo

Il fil rouge che ha legato i tre operatori corre sul filo dell’integrazione dei servizi della smart home, un mercato che in Italia vale circa 500 milioni di euro (con la sicurezza in testa alle motivazioni di acquisto dei vari pacchetti), con i servizi assicurativi di ultima generazione.

Da questo presupposto è nata la polizza Smart Protection, disponibile per tutti i clienti Homix che acquisteranno l'add on Multisensore (il sensore di movimento, temperatura e luminosità dell'ecosistema smart home di EnelX) e attivabile/disattivabile direttamente tramite l'app HomiX.

La grande differenza rispetto a un'assicurazione contro i furti tradizionale è la formula di pagamento della stessa, che non prevede alcun canone fisso annuale bensì una tariffa a consumo calcolata rispetto all'effettivo tempo di utilizzo, con la possibilità di monitorare la spesa direttamente dal proprio smartphone e di scegliere con la massima flessibilità la durata della copertura assicurativa (minuti, ore, giorni) in base alle proprie esigenze.

Esauriti i cinque giorni di copertura gratuita offerti al momento dell'attivazione, i consumi vengono addebitati attraverso un wallet ricaricabile appoggiato alla carta di credito del titolare del servizio e si riceve una notifica quando il credito sta per esaurirsi.

L’user experience dentro l’app

A sviluppare il wallet ci ha pensato la scaleup insurtech Neosurance e, come sostiene il Ceo, Pietro Menghi, si tratta di una primizia assoluta in questo settore a livello internazionale: «Ci sono prodotti simili per l'auto o per la micromobilità ma questo è un progetto pionieristico, che nasce da un rete di alleanze comprendente anche soggetti tradizionalmente lontani dal mondo delle assicurazioni, ma molto vicini ai nuovi stili di vita dei consumatori».

Un'applicazione del concetto di open insurance, questa la logica del servizio, che si concretizza con l'integrazione della polizza nel customer journey dell'app Homix di Enel. L'assicurazione, insomma, diventa un pezzo della user experience. «Il nostro plus - spiega Menghi - è quello di portare l'esperienza assicurativa al cliente nel momento del bisogno, quando esce di casa, e di portare la gestione del servizio completamente dentro l'app, dal controllo dei minuti utilizzati alle ricariche del wallet».

All'insegna di intuitività, sicurezza e semplicità d'uso, che sono del resto i cardini di un filone di nuove soluzioni alle quali Neosurance sta lavorando, al fianco di partner di altri settori (retail, utility, telco), per arricchire la propria offerta in ambito casa, salute e mobilità.

Scalabilità oltre i confini

Difficile quantificare oggi quanti saranno i sottoscrittori di Homix Smart Protection. In termini di potenzialità nel breve termine, secondo Menghi, parliamo di decine di migliaia di utenti come target raggiungibile entro i prossimi dodici mesi, anche in relazione alla penetrazione della soluzione Homix nelle case: «L'idea è distribuire il servizio anche nei mercati esteri dove Enel vende la sua piattaforma, a cominciare da Brasile, Romania e Spagna, e oltre il confine della clientela diretta di Enel, in ambito B2B e in collaborazione con altri partner».

Fra le (tante) peculiarità del prodotto, la scalabilità non è certo un valore secondario: grazie alla modularità della piattaforma di Neosurance, basteranno infatti pochi accorgimenti per assicurare alla soluzione la piena conformità alle normative assicurative internazionali e per dare sostanza alla definizione che ha coniato per la nuova polizza casa Andrea Battista, l'ad di Net Insurance: «Un esempio di innovazione digitale customer centric, dove la tecnologia consente di confezionare un prodotto disegnato sullo stile di vita dei consumatori». E non solo quelli italiani.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti