Prodotti

Per i suoi primi trent’anni Asus lancia il computer portatile con due schermi

di Mark Perna


default onloading pic

3' di lettura


Il mercato dei laptop è tornato in territorio positivo. A dirlo non sono i numeri del settore, ancora piuttosto altalenanti, ma l'innovazione che spinge verso un cambio di passo. Lo dimostra la ventagliata di novità annunciate da Asus all'apertura del Computex, la più importante fiera asiatica dedicata all'informatica. L'azienda taiwanese ha infatti mostrato diverse soluzioni originali che puntano a rivitalizzare il comparto.

Rispetto agli anni passati dove il settore industriale ha subito un brusco arresto, con gli ultimi sei anni in declino, ora la prospettiva sembra migliorare. Nonostante infatti Gardner preveda un calo del 4,6% nel primo trimestre del 2019, la situazione dovrebbe presto cambiare. La società di ricerca IDC vede per il 2022 una forte accelerazione per alcune categorie di prodotti, soprattutto i dispositivi ibridi notebook/tablet 2 in 1 (+7,8%), ma si venderanno anche più laptop tradizionali. Uno dei motivi di questa inversione di rotta è proprio la spinta legata al design e alle nuove funzionalità.
Un esempio calzante di quanto ci aspetta è il nuovo ZenBook Pro Duo annunciato da Asus. Per la prima volta la società di Taipei è riuscita a integrare in un dispositivo con tastiera fisica due ampi display touch. Il nuovo prodotto monta infatti un doppio schermo Oled 4K, quello principale misura 15,6 pollici mentre il secondario nell'originale rapporto 32:9 arriva a 14 pollici. In questo modo Asus punta a rendere il multitasking più facile ed efficiente, consentendo di visualizzare contemporaneamente fino a 4 diverse applicazioni. L'idea è quella di restituire i tipici vantaggi dell'esperienza multi-screen sulla scrivania anche quando ci si trova in mobilità.

Per consentire di vivere un'esperienza multitasking, seppur in scala minore, Asus ha migliorato il suo ScreenPad portandolo alla versione 2.0. Questo sistema, diventato quasi un'icona dell'azienda asiatica, di fatto trasforma il tradizionale touchpad in uno display ausiliario di piccole dimensioni (5,56 pollici) ideale per controllare meglio i vari programmi, ma può diventare all'occorrenza un'estensione del monitor principale. Ora questa funzione evoluta è stata portata su diversi modelli della linea ZenBook e approda per la prima volta sulla collezione VivoBook destinata agli utenti più trendy e giovani.

Sempre per spingere l'acceleratore sul multitasking, Asus ha introdotto inoltre lo ZenScreen Touch, un monitor portatile sottile e leggero con pannello Full-HD touchscreen da 15.6” a 10 punti di contatto, dotato di batteria da 7800 mAh, perfetto per estendere soprattutto le funzioni degli smartphone ma che può diventare facilmente un secondo display di appoggio per i computer.
Molte novità riguardano anche il settore del gaming per il quale Asus ha sviluppato una brand dedicato: ROG, Republic of Gamers. Tra queste meritano una menzione i primi laptop con display da 17 pollici 4K Amoled a 240Hz, i modelli Strix SCAR III and Hero III. Una novità assoluta è anche il monitor Rog Strix XG17 con analoghe prestazioni, che permette di disporre di uno strumento professionale in mobilità. Lo schermo infatti si può facilmente aggiungere a qualsiasi gaming pc esistente aggiornandolo alla massima esperienza visiva. I professionisti dei videogiochi apprezzeranno inoltre le recenti cuffie Rog Theta, con sistema Surrond 7.1, processori di suono dedicati e la funzione di cancellazione del rumore ottimizzata dall'intelligenza artificiale che riesce a riconoscere 50 milioni di suoni diversi per eliminare solo i disturbi ambientali e non la voce.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...