Le iniziative durante il Supersalone

Percorsi, visite guidate, laboratori: il filo conduttore delle Fondazioni

Itinerari tra le maggiori opere milanesi di Vico Magistretti, allestimento rinnovato e ampliato per la collezione della Triennale, esperienze sulle creazioni di Franco Albini, Achille Castiglioni e del modellista Giovanni Sacchi

di Chiara Beghelli

Appunti di Vico Magistretti nella mostra “Magistretti Revisited” visitabile fino a febbraio nella fondazione a lui dedicata in via Conservatorio

3' di lettura

Un bozzetto, una penna sul tavolo, una lampada: oggetti in apparenza silenziosi, ma pronti a detonare il loro concentrato di creatività sotto lo sguardo di uno studente o di un professionista in cerca di ispirazione. Accade negli studi degli architetti e dei designer che hanno scritto la storia del made in Italy, spazi diventati fondazioni che ne custodiscono il patrimonio, alimentando le loro sorgenti di continua ispirazione. André Malraux scrisse «il museo è il solo luogo del mondo che sfugge alla morte» e nelle fondazioni milanesi questo è profondamente vero: fra creazioni e strumenti che ne hanno segnato e accompagnato la genesi si accolgono visitatori, si organizzano laboratori (in epoca di pandemia soprattutto online), partono percorsi che conducono nella vita della città.

Questa è la formula, per esempio, della Fondazione Vico Magistretti, nata nel 2010 nello studio dell’architetto in via Conservatorio: guidata dalla figlia Susanna, offre itinerari fra le più importanti opere milanesi di Magistretti, raggiungibili con il trasporto pubblico, e dei tour in bicicletta, mezzo preferito dell’architetto. Il prossimo è previsto l’11 settembre, dalla Chiesa di Santa Maria Nascente al QT8. La Fondazione gestisce anche il marchio “Vico Magistretti Original Design”, punzonato sulle riedizioni delle creazioni di Magistretti che contribuiscono al mantenimento della fondazione stessa. E se lì c’è tempo fino a febbraio 2022 per visitare la mostra “Magistretti Revisited”, alla Triennale “Vico Magistretti Architetto milanese” chiuderà il 12 settembre.

Loading...

Dalla fine degli anni 90 anche la stessa Triennale è una fondazione, che conferma la vitalità di un allestimento nei 1.400 metri quadri del suo Museo del Design Italiano, aperto nel 2019 e già rinnovato e ampliato, lo scorso luglio. La collezione è stata curata da Giampiero Bosoni, architetto e docente del Politecnico di Milano, che fa parte anche del comitato della Fondazione Franco Albini: nata nel 2007 e presieduta dal figlio Marco, raccoglie nello studio di via Telesio migliaia di disegni, foto, modelli, scritti, libri appartenuti all’architetto per tre volte premiato con il Compasso d’Oro. «Offriamo un’esperienza immersiva, un viaggio fra i piccoli oggetti e le grandi architetture - spiega Paola Albini, nipote di Albini e vicepresidente della fondazione -. A guidarci è il “metodo Albini”, un metodo di lavoro ma anche di conoscenza di sé, dunque applicabile ad ambiti professionali e personali». Intorno al metodo ha preso forma la Franco Albini Academy, che organizza corsi e laboratori per studenti, professionisti, aziende, curiosi: «Il metodo si fonda su cinque punti: scomporre, cercare l’essenza, ricomporre,verificare, considerare la responsabilità sociale - prosegue -. È un modo per approcciare i problemi e risolverli grazie alla creatività del design».

Nella vicina Piazza Castello si trova dal 2011 la Fondazione Achille Castiglioni, che custodisce processi e prodotti degli oltre 60 anni di creatività dell’architetto: nelle quattro stanze del suo studio sono passate fino al 2020 oltre 40mila persone. Si trova invece a Sesto San Giovanni uno degli archivi più attivi del suo genere, quello di Giovanni Sacchi, il modellista più apprezzato dai designer italiani. Aperto nel 2009, quattro anni dopo la sua morte, al suo interno è stata riallestita una parte del laboratorio di modellistica di Sacchi, con i macchinari e le attrezzature originali, dove si possono anche realizzare modelli, seguire corsi di tornitura e lavorazione del legno, facendo scorrere le mani su vene di creatività mai esaurite.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti