enti lirici

Pereira al Maggio fiorentino, dovrà sanare debiti per 59 milioni

Intesa con Nardella

di R.E.I.

1' di lettura

Alexander Pereira, sovrintendente uscente del Teatro della Scala di Milano, sarà il uovo nuovo sovrintendente del Teatro del Maggio musicale fiorentino. È quanto si apprende a Firenze dove fonti assicurano che la trattativa tra il sindaco Dario Nardella e lo stesso Pereira si sarebbe conclusa positivamente con l'accettazione dell'incarico. Pereira succede, dopo un breve periodo di vacatio, a Cristiano Chiarot, che ha lasciato Firenze anche con polemiche legate proprio ai nuovi assetti del Maggio, che deve fronteggiare debiti per 59 milioni.
Ora che la trattativa è andata a buon fine, la nomina di
Alexander Pereira deve essere formalmente espressa e definita
alla prossima riunione del consiglio di indirizzo della
Fondazione del Maggio, il 6 settembre.

«Il sovrintendente Pereira mi ha chiamato e detto di aver appena accettato l'incarico di guidare il Maggio. Auguri a Firenze» ha commentato Paolo Puglisi, segretario Slc Cgil, e annuncia che i sindacati della Scala
chiederanno un incontro con il sindaco Beppe Sala, presidente
del teatro, e con il manager austriaco sulla gestione della
prossima fase. Il contratto di Pereira era infatti in scadenza il prossimo
febbraio, ma era prevista una proroga fino a metà 2021, in
coabitazione per un anno con il suo successore designato
Dominique Meyer. «La Scala - ha sottolineato - perde un ottimo sovrintendente sia dal punto di vista artistico che umano. È la prima volta
che un cda non rinnova il contratto a un sovrintendente in scadenza».

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti