ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùAlimentare

Pernigotti, nulla di fatto per la cig, il 10 agosto è attesa la firma per cedere a Jp Morgan

Aggiornato al 31 agosto il tavolo per la proroga della cassa, ma la prossima tappa potrebbe essere quella definitiva, con il passaggio della società al Gruppo americano

di Filomena Greco

(IMAGOECONOMICA)

2' di lettura

Nulla di fatto al ministero del Lavoro per il rinnovo della cassa integrazione alla Pernigotti. Il tavolo si è aggiornato al 31 agosto, con la speranza, espressa da parte dei sindacati, che a quel punto ci siano le condizioni per prorogare la cig scaduta il 30 giugno scorso. Il prossimo 10 agosto dovrebbe arrivare la firma al contratto di compravendita che prevede il passaggio definitivo di Pernigotti al Gruppo Jp Morgan. La prossima tappa, dunque, dovrebbe essere quella che mette fine alla lunga vicenda industriale del marchio storico del cioccolato, controllato dalla famiglia turca Toksoz.

I termini dell’accordo, da quanto risulta al Sole 24 Ore, sono già stati definiti nel contratto preliminare sottoscritto il 13 luglio scorso. In sostanza è previsto il subentro di Jp Morgan ai Toksoz, con un passaggio di proprietà al 100%, accordo comunque subordinato alla concessione, da parte del ministero del Lavoro, della proroga alla cassa integrazione straordinaria, per supportare il rilancio delle attività produttive nella fabbrica di Novi Ligure.

Loading...

Nelle ultime settimane il potenziale investitore ha portato avanti la sua due diligence sull’azienda, condizione necessaria alla firma del contratto per il perfezionamento dell’accordo che, stando a quanto risulta, prevede il pagamento della quota per rilevare la società entro il 30 settembre.

Ai sindacati è stato comunicato nelle settimane scorse l’impegno da parte del Gruppo Jp Morgan a mantenere tutti posti di lavoro degli addetti della fabbrica di Novi Ligure, con l’obiettivo di riavviare la produzione, rilanciare il marchio Pernogotti e tornare negli scaffali della Grande distribuzione.

Allo stato attuale, dunque, sembra che tutti i protagonisti stiano facendo la loro parte, compresa la proprietà, che sarebbe decisa a cedere definitivamente la Pernigotti ad un investitore che farebbe con la società piemontese una operazione simile a quella fatta con Walcor, qualche mese fa. L’ultimo passaggio per scrivere “un lieto fine industriale” alla storia di Pernigotti sarà la firma del contratto, entro il 10 agosto. La proroga alla cassa integrazione, a quel punto, dovrebbe essere quasi scontata.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti