beni culturali

Atleta Vittorioso di Lisippo, parte la raccolta delle firme per riportarlo a Fano dalla California

La città marchigiana si mobilita per riportare in Italia la statua dell'Atleta Vittorioso confiscata dalla Suprema Corte italiana al Getty Museum

di Giuditta Giardini


default onloading pic

2' di lettura

La rogatoria per l'esecuzione oltre oceano della sentenza della Suprema Corte Italiana che ha ordinato la confisca della statua dell'Atleta Vittorioso attribuita a Lisippo, oggi in possesso del museo californiano Getty , è stata già depositata presso le autorità ministeriali competente. Si sta percorrendo la cosiddetta “via diplomatica”, ossia la tradizionale modalità di trasmissione delle rogatorie internazionali.

Le vie diplomatiche
Il Ministro degli Esteri, su invito del Ministro della Giustizia, trasmette la richiesta di rogatoria e impartisce direttive alla rappresentanza diplomatica presso lo Stato richiesto. La rappresentanza diplomatica, secondo la normale procedura di corrispondenza diplomatica, invia la rogatoria al Ministero degli Esteri dello Stato presso cui è accreditata, che a sua volta provvederà̀ a rendere nota la richiesta d'assistenza giudiziaria alle competenti autorità̀ del proprio Stato, in questo caso si tratta dello stato della California all'interno della federazione statunitense.

Dialogo mancato
Il Paul Getty Trust non si è fatto ancora sentire.“Ma sembra che stia mettendo in atto una campagna non solo mediatica di non corretta informazione sull'intera vicenda storica e giudiziaria” commenta il portavoce dell' Associazione Le Cento Città . “Questo rende necessario e doveroso contrastare la distorta ‘narrazione' con fatti e documenti, interessando e coinvolgendo l'opinione pubblica, italiana ed internazionale”. Per questo motivo il comune di Fano ha messo in programma una serie di iniziative ed eventi in vista della futura candidatura della città come luogo destinato all'accoglienza permanente del bronzo. È già attivo dalla scorsa primavera un Comitato di natura culturale-giuridica con il compito di sensibilizzare il ministero alla causa fanese, tra i membri figurano il sindaco della città di Fano, Massimo Seri, l'assessore alla cultura, Caterina Del Bianco, il presidente del Centro Studi Vitruviani, Dino Zacchilli, l'avvocato dell'Associazione Le Cento Città parte in causa nel processo, Tristano Tonnini, nonché esperti del settore artistico-museale come Marco Sammicheli, già docente di design al Politecnico di Milano, giornalista e International Relations Chief Office della Triennale di Milano.

La petizione
Più di recente, sabato 9 novembre 2019, è stato lanciato un sito internet interamente dedicato all'Atleta Vittorioso di Lisippo, con il motto “ Let's bring home the Victorious Athlete ”, tradotto “riportiamo a casa l'atleta vittorioso”, in cui si spiegano le ragioni culturali e di diritto poste alla base del rientro dell'opera in Italia mediante interventi illustri a supporto della causa come quello dello storico dell'arte Rodolfo Battistini, dell'ex avvocato generale dello Stato Maurizio Fiorilli e dell'ex pubblico ministero Paolo Giorgio Ferri. Nel sito è promossa una petizione, ossia una raccolta di firme, per rendere ancor più efficace l'azione prospettata. L'avvocato Tonnini intervistato da ArtEconomy24 nel giorno della presentazione della pagina web dichiara: “il mio unico commento si traduce in un invito rivolto a tutti a firmare la petizione”.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...