ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùla riunione prosegue oggi

Petrolio, la Russia punta i piedi: si arena il vertice Opec Plus

Dopo quattro ore di discussioni la riunione è stata aggiornata a questo pomeriggio. Stavolta a impedire un accordo è Mosca, che nonostante il Covid vorrebbe attenuare i tagli di produzione anche a febbraio. L’Arabia Saudita e quasi tutti gli altri Paesi (compresi gli Emirati arabi) sono contrari

di Sissi Bellomo

default onloading pic
(Reuters)

Dopo quattro ore di discussioni la riunione è stata aggiornata a questo pomeriggio. Stavolta a impedire un accordo è Mosca, che nonostante il Covid vorrebbe attenuare i tagli di produzione anche a febbraio. L’Arabia Saudita e quasi tutti gli altri Paesi (compresi gli Emirati arabi) sono contrari


3' di lettura

Un nuovo vertice, un nuovo intralcio per l’Opec Plus. Stavolta è la Russia ad essersi messa di traverso, insistendo – sola contro tutti – per un aumento delle quote di produzione di petrolio a febbraio: un muro contro muro che ha costretto la coalizione a rinviare un accordo che in teoria avrebbe dovuto essere ratificato nella giornata di lunedì 4 gennaio.

Quattro ore di discussioni in riunione plenaria (e chissà quante altre trascorse in colloqui bilaterali) non sono bastate per uscire dall’inpasse...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti