mercati

Petrolio nel «territorio dell’orso», vince il pessimismo: ancora ribassi

di Sissi Bellomo


Dove va il petrolio? Basta guardare l’import cinese

2' di lettura

Il petrolio ha tentato invano il rimbalzo dopo le pesanti perdite della settimana scorsa ed è ora vicino al «bear market», il territorio dell’orso, all’insegna di un ribasso di quasi il 20% rispetto al picco di aprile 2019. La seduta di lunedì 3 giugno era partita con rialzi intorno al 2%, ma poi c’è stata un’inversione di rotta legata al pessimismo per l’economia globale:  il Wti per luglio ha finito col chiudere a 53,25 dollari (-0,5%) e il Brent per agosto a 61,28 dollari (-1,2%).

GUARDA IL VIDEO. Dove va il petrolio? Basta guardare l’import cinese

A poco sono servite le parole del ministro saudita Khalid Al Falih, che attraverso un’intervista al quotidiano Arab News ha assicurato che Riad farà «ciò che serve per la stabilità del mercato» anche dopo giugno, quando scadrà l’accordo sui tagli produttivi. «Per me questo significa tirare giù le scorte», ha ulteriormente chiarito Al Falih. Le possibilità di una proroga dei tagli al vertice Opec Plus sono peraltro aumentate: la Russia per la chiusura dell’oleodotto Druzhba ha dovuto ridurre l’output a 11,11 milioni di barili al giorno a maggio, sotto il tetto pattuito di 11,18 mbg. E non è chiaro quando riuscirà a recuperare.

Potenzialmente rialzisti sono anche gli incendi scoppiati nella provincia canadese dell’Alberta, che hanno portato ad evacuare alcuni siti per l’estrazione di oil sands, e la minaccia di uno sciopero nell’industria del petrolio norvegese, che potrebbe temporaneamente fermare 440mila barili al giorno di produzione. L’attenzione degli investitori resta tuttavia concentrata soprattutto sulla domanda petrolifera, che rischia di rallentare bruscamente in caso di frenata dell’economia. Sia Morgan Stanley che JpMorgan prevedono una recessione negli Usa se Donald Trump porterà a compimento la minaccia di dazi contro il Messico.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...