MOTORSPORT

Peugeot 208 Rally 4 sul gradino più alto del podio al debutto in Portogallo

La nuova vettura del leone ha finalmente esordito in gara al rally de Castelo Branco (Portogallo) aggiudicandosi il primo posto tra le due ruote motrici

di Giulia Paganoni

default onloading pic

La nuova vettura del leone ha finalmente esordito in gara al rally de Castelo Branco (Portogallo) aggiudicandosi il primo posto tra le due ruote motrici


2' di lettura

Lo scorso weekend in Portogallo la Peugeot 208 Rally 4 è stata la più veloce fra le 2 ruote motrici in tutte le nove prove speciali del rally e ha concluso nella Top10 assoluta. Per l'erede della 208 R2B, che ha monopolizzato la categoria nelle scorse stagioni, da record anche gli ordini ricevuti: già quasi cento.

La ripianifazione della produzione e consegne

Dopo più di un anno di sviluppo in Europa, la nuova Peugeot 208 Rally 4 sta raggiungendo i suoi primi acquirenti, complessivamente già un centinaio, dopo la ripianificazione di assemblaggio e consegne che si è resa necessaria per la crisi sanitaria. Con la ripresa progressiva dell'attività e dei rally in Europa, Peugeot Sport sta accelerando la sua attività produttiva mentre il battesimo al Rally de Castelo Branco della nuova arrivata si è rivelato trionfale.

La 208 Rally 4 condotta da Pedro Antunes e Pedro Alves è stata la più veloce delle due ruote motrici in gara in tutte le prove speciali e ha finito al nono posto assoluto con oltre 2'30” di vantaggio sulla 208 R2B giunta seconda di categoria. La seconda 208 Rally 4 in gara, nelle prime battute al secondo posto fra le 2RM, è stata poi costretta al ritiro per una uscita di strada.

Dalla vettura di serie ai rally

La nuova generazione di Peugeot 208 è un perfetto esempio di come il motorsport sfrutti e migliori le performance delle auto di serie. La city car da competizioni infatti sfrutta il pianale Cmp e il powertrain PureTech benzina montato sulle versioni di serie. Una base particolarmente prestazionale da usare tutti e giorni e adattata alle competizioni.La vettura è quindi basata sulla nuova generazione di 208 ed è dotata delle sue ultime innovazioni tecnologiche. Infatti, il team e gli ingegneri del Leone sono rimasti fedeli agli aspetti che hanno decretato il successo della 208 R2, vettura che ha venduto oltre 450 esemplari in tutto il mondo. Alla base, la struttura.

Si tratta della piattaforma Cmp (Common Modular Platform) utilizzata per l'auto di serie che offre una massa ridotta (circa 1.000 kg senza l'equipaggio) e una dinamica molto prestazione.Il motore è il tre cilindri benzina turbocompresso da 1.2 litri in grado di erogare fino a 208 cv e con una coppia massima di 290 Nm a 3.000 giri/min. Questo è accoppiato a un cambio cinque marce Sadev con differenziale autobloccante meccanico. Nelle gare su terra verranno montati cerchi da 15 pollici mentre su asfalto da 17”. Ora la vettura è attesa come protagonista a fine mese al Rally di Roma dal 24 al 26 luglio 2020 (prova d'apertura del Campionato Europeo e del Campionato Italiano Rally 2020) con Paolo Andreucci e Anna Andreussi.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti