tEST DRIVE

Peugeot 3008: la prova su strada del restyling

Il suv compatto del Leone si rinnova con una gamma motori che comprende diesel, benzina e ibrido alla spina. Tre i livelli di allestimento e il prezzo parte da 29mila euro

di Giulia Paganoni

4' di lettura

Un modello di successo, indubbiamente. Dal suo lancio nel 2016, Peugeot 3008 ha riscosso un grande successo sul mercato con oltre 80mila unità vendute in Italia e anche dalla critica, conquistando il premio auto dell'anno. Ma i risultati sono arrivati anche nella Dakar, dove il suv del Leone ha conquistato due vittorie assolute.
A quattro anni dal lancio lo sport utility del segmento C si rinnova facendo leva su tre elementi: stile, tecnologia ed esperienza di guida.

Nuovo frontale ancora più riconoscibile

Al primo sguardo si notano alcuni dettagli di cambiamento. La mascherina anteriore si rinnova caratterizzando ancora di più il frontale del suv del Leone. La cornice viene meno lasciando che i dettagli a scacchiera raggiungano i fari a Led (di serie dal primo livello di allestimento), ora con un nuovo disegno. Per enfatizzare la sportività, già dal primo livello di allestimento nel nuovo paraurti sono state inserite prese d'aria laterali nere lucide ed un profilo anteriore sotto la griglia paraurti verniciato.

Loading...

Nel posteriore, i fari Led con indicatori di direzione a scorrimento, proprio come le auto premium tedesche.

Sono inoltre disponibili nuove tinte della carrozzeria e cerchi raggiungono una dimensione di 19 pollici.

Vita di bordo: allestimenti e hi-tech

Sono tre gli allestimenti disponibili (Active, Allure e Gt) a cui si aggiunge un pacchetto specifico per ciascuno. Inoltre, per le versioni Gt e Gt Pack è anche disponibile il black pack, un ulteriore possibilità di personalizzazione della vettura. Ricordiamo inoltre, che per le flotte è stata pensata una versione Business che presenta un equipaggiamento già abbastanza completo.

A bordo si ritrova il tipico stile Peugeot con qualche aggiornamento.

L'i-cockpit è ora disponible con schermo da 12,3 pollici completamento personalizzabile e configurabile. Inoltre, il touchscreen al centro dell plancia diventa più grande, ora da 10 pollici. Sotto ad esso restano gli iconici sette tasti del pianoforte pratici per l'accesso ai principali menù.

Non manca la connessione con lo smartphone, grazie ai protocolli Android Auto e Apple Car Play.

Qualità e tecnologia: le novità di bordo

Lo stile passa anche per al qualità dei materiali e troviamo un bel rinnovamento, con pelle in nappa rossa, Alcantara; tutti dettagli che elevano la percezione e il comfort di bordo.Alla guida, la sicurezza passa anche per i sistemi di assistenza alla guida, ora disponibili su tutte le versioni, con un livello 2 su 5, il massimo consentito dalla legge. Tra questi, debutta il Night Vision (mutuato dall'ammiraglia), una tecnologia che rileva gli esseri animati davanti al veicolo di notte o in condizioni di visibilità ridotta. A questo di aggiunge anche il pacchetto Drive Assist plus che abbina il cruise control adatti con funzione stop&go al lane posizionino assist.

Esperienza di guida per tutti i gusti

La gamma motori comprende diverse soluzioni (tutte omologate Euro 6d), dai classici benzina 1.2 litri da 130n (manuale a sei rapporti o Eat8) e il 1.6 litri da 180 (Eat8) cv al diesel da 1.5 litri da 130 cv (manuale a sei marce o Eat8).

Per quanto riguarda le versioni ibride alla spina (phev), le scelte sono due: il 225 cv che accoppia un benzina 1.6 litri a un elettromotore (integrato nella trasmissione Eat8) da 110 cv; oppure, il benzina sempre 1.6 litri affiancato da due motori elettrici (uno posizionato nella trasmissione e l'altro integrato nel retrotreno multilink) ciascuno da 110 cv che permettono di avere una trazione integrale e il raggiungimento di una potenza complessiva di 300 cv. In entrambi i casi, gli elettromotori sono alimentati da una batteria agli ioni di litio da 13,2 kWh che consente un'autonomia dichiarata rispettivamente di 56 e 59 km (ciclo Wltp).

I tempi di ricarica dipendono dalla fonte di approvvigionamento, per esempio da una presa domestica da 2 kW impiega circa sette ore mentre da una colonnina pubblica o una wallbox (da 7,4 kW) i tempi si contraggono a circa due ore.

All'interno dell'offerta Peugeot per i modelli elettrificati è presente anche o una wallbox o una card per la ricarica presso le colonnine pubbliche.

Tre modalità di guida e drive mode specifici per le Phev

Su 3008 sono tre le modalità di guida presenti su tutti i modelli: normal, eco e sport. Ciascuna definisce un carattere dell'auto, rendendola più docile e aggressiva, a seconda della scelta. In tutti i casi comunque, il comfort non viene meno. Nella versione ibride, invece, il selettore comprende: electric, ibrida, sport e 4wd, quest'ultima disponibile solo per la versione hybrid4.

Nella nostra prova su strada abbiamo guidato la versione da 300 cv. I motori elettrici lavorano in modo tale da fornire quello sprint iniziale che gli attuali motori (dotati di tutti i sistemi antismog) patiscono un po'.

La marcia è fluida e piacevole e non patisce il peso di quasi due tonnellate. Inoltre, da segnalare due elementi specifici per la guida elettrificata: il brake mode che enfatizza l'azione del frenomotore per il recupero dell'energia e la funzione e-save che permette di mantenere un livello di carica della batteria per avere disponibile la modalità elettrica a fine viaggio.

L'auto è già ordinabile e le prime consegne sono previste per il mese di gennaio. Il prezzo di listino parte da 29mila euro e per la versione ibrida plug-in da 45mila euro.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti