ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTest drive

Peugeot 408: la prova su strada della berlina che si crede un suv

Abbiamo provato su strada la nuova berlina alta del Leone con tecnologia plug-in Hybrid da 225 cv.

di Giulia Paganoni

4' di lettura

È completamente nuova e rompe gli schemi. Peugeot 408 è una berlina rialzata e rappresenta il primo modello del suo genere formato dalla casa del Leone francese. Disponibile in tre allestimenti (Allure, Allure Pack e Gt) e con due motorizzazioni ibride plug-in e una benzina, gli ordini sono già aperti mentre le consegne inizieranno dal prossimo mese di febbraio. Abbiamo provato la versione più potente: l'ibrida ricaricabile da 225 cv e 64 km di autonomia.

La berlina che si crede un suv 

Peugeot 408 si basa sulla piattaforma multienergia Emp2 (Efficient Modular Platform), la stessa utilizzata da Citroën C5 X, della quale ricorda la silhouette sebbene la cugina del Double Chevron appartenga al segmento D mentre 408 si colloca nella fascia alta di gamma delle berline del C. Le dimensioni, infatti, sono generose: lunga 4,69 m, larga 1,86, alta 1,48 con un passo di 2,79 m che permette ai passeggeri posteriori di avere posto per le ginocchia. Anche il bagagliaio è di dimensioni generose, con un volume di 536 litri (471 per la versione Phev) che, con gli schienali dei sedili posteriori abbattuti, può raggiungere 1.611 litri. La presenza su strada è enfatizzata dai cerchi con dimensioni da 17 fino a 20 pollici, questi ultimi optional sulla versione Gt. 

Loading...

Design dinamico e “felino”

Lo stile di nuova Peugeot 408 rompe gli schermi con tutti gli altri modelli della gamma. È un suv che si crede una berlina o viceversa. Non è chiaro, ma ciò che salta all’occhio è l’irrompere di nuove linee che riprendono gli stilemi dei nuovi modelli del Leone: il lungo cofano motore, l’ampia calandra dell’anteriore, il logo, la firma luminosa con gli artigli al posteriore. Elemento inedito sono i fari anteriori a matrice di Led, che si estendono verso il basso con due strisce a Led a forma di zanne che si incastonano nel paraurti. 

Nel suo complesso, nonostante le dimensioni, 408 è un’auto dalle linee dinamiche e decise che nel posteriore del tetto scendono in stile coupé per migliorare l’aerodinamica guidando l’aria con due “orecchie di gatto” che creano un corridoio verso lo spoiler posteriore. 

I colori della carrozzeria sono sei. 

Interni spaziosi e tecnologici 

Negli interni, i sedili sono ampi e comodi. La seduta è piuttosto alta, proprio a ricordare quella dei suv. 

Uno dei punti forti dei modelli del Leone è l’i-cockpit. Questo, su Peugeot 408, presenta alcune novità, come il quadro strumenti digitale da 10 pollici che, nell’allestimento Gt (il top di gamma), è disponibile anche con tecnologia 3D. Il volante, ovviamente, è di dimensioni ridotte ed è decuplicato, permettendo di muoversi agevolmente anche in spazi ridotti nonostante le dimensioni della vettura. 

Il display al centro della plancia da 10 pollici permette di gestire la navigazione, i sistemi di assistenza alla guida nonché l’infotainment. La visualizzazione è chiara e le funzioni intuitive. Sono presenti anche i comandi vocali attuabili con il comando “Ok Peugeot”. 

Peugeot 408: tutte le foto della nuova berlina del Leone

Peugeot 408: tutte le foto della nuova berlina del Leone

Photogallery21 foto

Visualizza

I passeggeri anteriori possono contare su due prese Usb-c, come anche quelli al posteriore che, grazie al passo lungo, hanno ampio agio per le ginocchia anche se è limitata la zona sopra la testa dato che il tetto è piuttosto spiovente. 

La leva del cambio automatico è integrata in un spazio apposito, rendendo piatto lo spazio della consolle centrale. E, poco spostato, è presente anche il tasto per scegliere una delle tre modalità di guida.  

Gamma motori: non c’è il diesel 

I tecnici Peugeot hanno deciso di non produrre la versione diesel di questo modello bensì, al momento, la gamma motori comprende due scelte di ibrido plug-in e un benzina puro. I due Phev abbinano un 1.6 litri benzina da 150 (110 kW) o 180 cv (132 kW) a un elettromotore da 81 kW (110 cv) alimentato da una batteria agli ioni di litio da 12,44 kWh che garantisce un’autonomia di circa 64 km, ciclo di omologazione Wltp. Questi sono accoppiati a una trasmissione automatica a otto rapporti Eat8. 

Le potenze complessive sono di 180 cv e 225 cv, quest’ultima è la versione che abbiamo provato. La trazione è sempre anteriore. 

Per la ricarica, è possibile utilizzare il caricatore monofase di serie da 3,7 kW mentre in opzione è disponibile una caricatore monofase da 7,4 kW. 

Mentre la versione a motore termico un PureTech 1.2 litri tre cilindri da 130 cv con una coppia massima di 270 Nm disponibile già a 1.750 giri. La trasmissione è automatica a otto rapporti. La velocità massima di 210 km/h e copre lo 0-100 km/h in 10,4 secondi. 

Tecnologie di bordo e aiuti alla guida 

Sono oltre 30 i sistemi di aiuto alla guida (Adas) supportati dai dati raccolti da sei telecamere e nove radar. Tra questi ricordiamo l’adaptive cruise control con funzione stop&go, il sistema di mantenimento della corsia, il night vision che rileva esseri viventi davanti al veicolo di notte o in condizioni di visibilità ridotta, la sorveglianza dell’angolo cieco, il parcheggio assistito e i proiettori a matrice di Led. 

Com’è da guidare 

Alla guida abbiamo trovato un’auto piacevole, silenziosa e confortevole. Le sedute (abbiamo provato quelle in pelle) sono regolabili elettricamente e dispongono di due memorie. Oltre a disporre di un sistema di massaggio pneumatico a 8 tasche con 5 diversi programmi e della funzione di riscaldamento. I materiali sono di buona fattura, belli alla vista e piacevoli anche al tatto. 

Abbiamo provato anche la modalità sport, che irrigidisce il volante rendendolo più preciso. In ibrida ed elettrica, l’auto ha un bello spunto, tipico dei veicoli a batteria. Ma, anche nel caso della versione da 225 cv, la più potente, l’erogazione del termico non è così immediata, ma dolce e lineare. 

La soglia di carica risulta piuttosto bassa e, direttamente dal vano bagagli è possibile abbattere gli schienali del divanetto posteriore, frazionabili in 40-60. 

Listino: arriverà anche una versione elettrica 

Il prezzo di listino parte da 33.800 euro e raggiunge i 47.700 euro della versione Gt Phev 225 a cui possono essere aggiunti altri optional. 

Per la Peugeot 408 elettrica bisognerà attendere ancora un po' di tempo ma ci hanno confermato che arriverà sul mercato. 

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti