ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùAuto da corsa

Peugeot 9X8, debutto nel campionato WEC LMH tra luci ed ombre

Presentata in occasione della 6 ore di Monza. La prima gara non è andata bene

di Danilo Loda

1' di lettura

Peugeot Sport ha scelto la 6 ore di Monza, tappa del Campionato del mondo Endurance Wec nella classe LMH, per segnare il ritorno nelle competizioni motorsport con la nuova 9X8. Una hypercar nata da zero, partendo dagli schizzi del giovane designer Matthias Hossann, che è riuscito a creare un modello unico in questa categoria, ovvero senza lo spoiler anteriore. Sotto il cofano batte un powertrain ibrido in grado di sprigionare 680 CV, che prevede un V6 2.6 biturbo per la parte termica e un motore elettrico da 272 CV che fornisce la spinta sull'asse anteriore. Secondo il regolamento, il motore elettrico entra in funzione a determinate velocità: nel caso della gara di Monza agisce quando la velocità è tra i 150 e i 210 km/h.

Secondo Peugeot la hypercar nasce per essere ben riconosciuta in pista, con un design, come detto molto particolare e innovativo. Di sicuro un elemento distintivo è il gruppo ottico suddiviso in tre elementi a richiamare “gli artigli del leone” che renderanno (soprattutto di notte) particolarmente visibile la 9X8 rispetto alle altre auto in gara.

Loading...

Al suo debutto la nuova auto di Peugeot Sport non ha particolarmente brillato. Complici alcuni problemi tecnici la prima delle due vetture del Leone si è piazzata al 33° posto. Il podio ha visto sul gradino più alto la Alpine di Negrao-Lapierre-Vaxiviere seguita dalla due Toyota GR010 Hybrid.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti