Auto

Psa e Fiat scrivono ai dipendenti: la fusione è a un passo

In una dichiarazione interna ai dipendenti i due gruppi hanno comunicato che il progetto sta procedendo e nelle prossime settimane è attesa la firma del protocollo di intesa

di Marigia Mangano

Si sposano Fca e Psa, sara' un "matrimonio alla pari"

In una dichiarazione interna ai dipendenti i due gruppi hanno comunicato che il progetto sta procedendo e nelle prossime settimane è attesa la firma del protocollo di intesa


2' di lettura

PSA e Fiat Chrysler Automobilesmarciano spedite per sigillare entro le prossime settimane, probabilmente prima della pausa natalizia, l’impegno ad andare avanti con il progetto di fusione tra i due gruppi.

A dare un aggiornamento allo stato dei lavori in corso lungo l’asse Torino-Parigi-Detroit, sono state proprio le due società automobilistiche che hanno diffuso internamente, attraverso il portale utilizzato per le comunicazioni ai dipendenti, indicazioni sul progetto annunciato alla fine dello scorso ottobre.

Il documento, di cui Il Sole24 Ore è entrato in possesso, riferisce che «nelle prossime settimane» è attesa la firma di un protocollo di intesa, il così detto Memorandum of Understanding (Memorandum d’intesa ). Il cantiere vede impegnati nove gruppi di lavoro (finanza, comunicazione, sinergie, solo per citarne alcuni), che coinvolgono un totale di cinquanta persone. Obiettivo, arrivare alla firma entro Natale.

L’intero processo, riferisce la comunicazione interna, è guidato da Doug Ostermann, tesoriere e direttore delle operazioni di Fiat Chrysler Automobiles (FCA) e da Olivier Bourges, direttore dei programmi e della strategia di PSA.

«Con Olivier abbiamo la grande opportunità di lavorare insieme a un gruppo di persone che operano attivamente per la riuscita del progetto» ha dichiarato Ostermann nella nota ai dipendenti. «Entrambe le parti sono molto motivate a elaborare un piano che abbia successo e stiamo facendo ottimi progressi verso l'obiettivo finale. FCA e PSA faranno leva su tutte le loro risorse nel settore della ricerca e sviluppo per promuovere un futuro fatto di innovazione.»

Bourges, dal canto suo, ha osservato che la fusione non sarebbe potuta avvenire in un momento migliore visto il periodo di profondi cambiamenti attualmente in corso nel settore automotive.

«In un ambiente in rapida evoluzione, questa operazione si rivela un'opportunità fondamentale per lo sviluppo globale di PSA e FCA», ha affermato. «L’energia e il contributo dei membri dei gruppi di lavoro sono incredibili, e ci stiamo muovendo rapidamente verso il primo obiettivo: la firma del MOU. Abbiamo aperto la strada alla creazione di un nuovo gruppo che occuperà una posizione di leadership a livello mondiale nel settore della mobilità sostenibile per soddisfare le esigenze di ogni tipo di clientela».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti