BIG PHARMA

Pfizer: dal vaccino Covid ricavi per 15 miliardi e utile netto del 25-30%

Il gruppo ha di conseguenza alzato le stime di utili per il 2021 nella forbice compresa tra 3,10 e 3,20 dollari ad azione

default onloading pic
Reuters

Il gruppo ha di conseguenza alzato le stime di utili per il 2021 nella forbice compresa tra 3,10 e 3,20 dollari ad azione


1' di lettura

Pfizer ha riportato per il quarto trimestre utili di 42 centesimi ad azione, al di sotto dei 50 centesimi attesi dal consensus mentre il fatturato è stato pari a 11,7 miliardi, lievemente al di sopra delle attese a 11,5 miliardi. Il gruppo farmaceutico ha tuttavia sorpreso il mercato indicando di attendersi che le vendite del vaccino anti-covid prodotto insieme alla tedesca BioNTech genereranno vendite per 15 miliardi di dollari nel corso del 2021 (un quarto dei ricavi annuali) mentre le attese del consensus erano ferme a 12,7.

Il gruppo ha di conseguenza alzato le stime di utili per il 2021 nella forbice compresa tra 3,10 e 3,20 dollari ad azione contro la precedente forbice fornito dall'azienda di 3-3,10. Gli analisti di Wall Street si attendevano utili di 3,07 dollari nel 2021.

Loading...

L’azienda americana conta di consegnare due miliardi di dosi di vaccino nel 2021. I maggiori contratti firmati finora prevedono un prezzo medio di 19 dollari per dose. I profitti sono divisi a metà tra Pfizer e l’azienda tedesca BioNTech con sui ha sviluppato il farmaco. A titolo di confronto, il vaccino Moderna costa circa 25 dollari a dose e quello di AstraZeneca 3-4 dollari mentre quello di Johnson&Johnson (non ancora autorizzato) costerà 10 dollari ma ne servirà una sola dose.

Pfizer stima un margine netto di guadagno del 25-30% sul vaccino, cioè di circa 4 miliardi di dollari.Il titolo Pfizer a Wall Street è in calo per i risultati inferiori al previsto nel quarto trimestre.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti