Nel 2020

Philip Watch cresce con e-commerce e vetrine di prestigio

Incremento a due cifre

di Paco Guarnaccia

2' di lettura

Da quando nel 2006 è entrato nella galassia dei marchi di Morellato Group, Philip Watch «non ha avuto bisogno di grandi trasformazioni - spiega Massimo Carraro presidente e ad del gruppo italiano -. Questo perché, essendo nato nel 1858, ha una lunga e vera storia di tradizione nell’orologeria Swiss made. La missione resta la stessa: innovare restando fedele al proprio heritage per realizzare prodotti che uniscono l’alta qualità svizzera all’elegante stile italiano». Una formula che si conferma vincente. «Nel 2019 Philip Watch ha avuto una crescita importante proseguita anche nel 2020 con un incremento in double digit - dice Carraro -. Anche la prima parte del 2021 conferma il trend positivo. La clientela premia la coerenza, la qualità e i prezzi corretti del marchio che, infatti, è ormai uno dei tre principali all’interno del gruppo».

Tra i mercati di riferimento ci sono l’Europa, il Medio Oriente, la Grande Cina e l’Australia. L’Italia? «È sicuramente il Paese che ha avuto le performance migliori - continua il presidente -. Le cifre sono ottime e in crescita. Abbiamo un network consolidato di clienti, nelle grandi città e in provincia, e stiamo ampliando le nostre vetrine di prestigio».

Loading...

Philip Watch è presente in più di 35 Paesi del mondo, tra concessionari e shop-in-shop all’interno di boutique delle grandi catene. L’e-commerce nel 2020 ha segnato una crescita in doppia cifra. «Abbiamo implementato il sito del brand e tutte le nostre piattaforme con una strategia di comunicazione integrata in supporto di tutti canali - afferma Carraro -. Durante i lockdown sono stati importanti anche le piattaforme e-commerce dei dealer, ai quali abbiamo dato tutto il supporto necessario in termini di servizi, approvvigionamento di prodotto e materiali per comunicare. Che siano online o nel retail fisico, i prezzi degli orologi sono gli stessi».

La novità più importante del momento è la nuova collezione Amalfi che, come racconta il manager «nasce nel solco della tradizione sportiva/elegante del brand e richiama il mondo del mare e della vela come stile di vita». In questa inedita famiglia ci sono tre versioni con cassa in acciaio di 43 con cronografo (il quadrante è disponibile blu, nero o bianco) e due subacquei con cassa in acciaio impermeabile fino a 300 metri, ghiera girevole (in IP oro rosa nella declinazione con quadrante blu), valvola dell’elio e movimento automatico. Inoltre, di Amalfi è stata realizzata una limited edition in 99 pezzi: «Un modello ispirato alla vela che monta un prestigioso calibro automatico Valjoux Eta day-date con 25 rubini e rotore personalizzato visibile attraverso il fondello. Il cinturino è in kevlar e, nella scatola dedicata si trovano anche un bracciale in acciaio in più e dei guanti da vela. Appena presentato, ha avuto un successo immediato», chiude Carraro.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti