Mondi digitali

Philipp Plein investe 1,4 milioni di dollari per comprare uno spazio retail nel metaverso

Il gruppo che fa capo allo stilista ha acquistato (in criptovalute) un’area virtuale in Decentraland, dove sorgerà il Plein Plaza, area con negozi, hotel, intrattenimento e un museo

di Redazione Moda

Philipp Plein

2' di lettura

I prodotti pensati per mondi virtuali, come gli Nft per i videogames, sono una consuetudine da quando Mark Zuckerberg ha annunciato la prossima esistenza del Metaverso, un ambiente digitale di realtà aumentata dove si potrà interagire e fare shopping. L’acquisto di aree virtuali dove sviluppare formule retail appositamente pensate per il metaverso, invece, è una strategia ancora poco comune. Fra i primi ad aver investito in questo senso, però, c’è Philipp Plein: lo stilista ha annunciato di aver acquistato un ampio terreno in Decentraland, il primo mondo virtuale di proprietà dei suoi utenti nel Metaverso.

L’immobile virtuale si affaccia su una delle Genesis Plazas, ha una dimensione di 65 particelle Decentraland (l’equivalente di circa 16,4 mila mq nel mondo reale) ed è stato acquisito dal gruppo Plein per un prezzo di 510 MANA (la criptovaluta di Decentraland) corrispondente, secondo il cambio della data della transazione, a circa 1,4 milioni di dollari.

Loading...

La proprietà sarà chiamata Plein Plaza e includerà negozi al dettaglio di lusso, intrattenimento, un museo d’arte, un hotel e residenze di lusso. «Sono molto eccitato e veramente orgoglioso di aver colto questa opportunità di possedere una porzione del Metaverso così presto nello sviluppo e nella creazione di questo nuovo universo - ha dichiarato Philipp Plein -. Siamo lì per restare e per sviluppare e condividere la creatività di tutti i nostri marchi (Philipp Plein, Plein Sport e Billionaire) anche in questa nuova dimensione di interazione umana in cui personalmente credo molto».

La transazione è stata conclusa da Plein Group sotto l’alias Bug$ Bunny con l’assistenza di Jason Rosenstein, esperto di blockchain, Nft e metaverso e fondatore e ceo della casa d’aste e marketplace Portion. Rosenstein sarà anche coinvolto nello sviluppo della concezione e pianificazione del Plein Plaza insieme all’artista digitale Antony Tudisco. Plein Group, inoltre, prevede di includere anche un archistar nel team incaricato di dar vita al Plein Plaza.

Per lo stilista non si tratta della prima, importante innovazione dedicata al mondo digitale: lo scorso agosto Philipp Plein ha lanciato una partnership con Coinify, piattaforma di cripto-pagamento controllata da Voyager Digital, per consentire l’uso di 15 diverse criptovalute (come Bitcoin ed Ethereum) per fare acquisti sia nei suoi negozi fisici sia nell’e-commerce, valute che negli ultimi sei mesi sono salite a 20.


Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti