Innovazione

Philippe Model Paris guarda oltre le sneakers

Capsule per il Campionato mondiale di sci alpino di Cortina 2021

di Marika Gervasio

default onloading pic
Aspettando l’estate.  Una proposta Philippe Model Paris per la Primavera-estate 2021

Capsule per il Campionato mondiale di sci alpino di Cortina 2021


2' di lettura

«Abbiamo preso la pandemia come un’opportunità. Per noi è stato un incubatore di idee: ci ha permesso di vedere su cosa dovevamo accelerare per far evolvere l’azienda». È ottimista Robert Martin Kimberger, global sales director di Philippe Model Paris - azienda che opera nel segmento sneaker di fascia alta di proprietà del fondo di private equity 21 Invest fondata dall’omonimo designer francese a cui si aggiunge il know how degli artigiani del distretto della Riviera del Brenta - che, nonostante l’emergenza sanitaria, non si è fermata portando avanti una serie di progetti con un obiettivo: estendere la sua offerta a tutto il mondo delle calzature oltre alle sneaker, fino ad arrivare a proporre un total look. «Non abbiamo fretta - aggiunge il manager -, ma sappiamo che è un’opportunità. Per ora, comunque, ci focalizziamo sulle scarpe».

I progetti sono diversi. A partire da quello legato al bambino partito “in house”, ma poi spostato all’esterno con la firma dell’accordo di licenza con Andrea Montelpare per lo sviluppo, la produzione esclusiva e la distribuzione in tutto il mondo della collezione junior di Philippe Model Paris. «È un altro passo importante che rientra in un piano strategico aziendale ricco di progetti che stiamo portando avanti da un paio di stagioni e che continueremo a rafforzare nel 2021 - aggiunge il manager -. Questo accordo ci permette di sviluppare la nostra linea junior e di estenderla per la prima volta fino ai primi passi mantenendo il dna e le caratteristiche qualitative delle nostre linee uomo e donna. E lo facciamo con uno dei più importanti player specializzato nel mercato delle calzature bambino».

Loading...

Non solo. La crescita dell’azienda passa anche dal lancio di una serie di capsule collection come Rocx, dal termine francese “roche” cioè roccia, una nuova sneaker maschile lifestyle realizzata in limited edition per la primavera-estate 2021 e ispirata al mondo del trekking e della montagna lanciata in occasione dei Campionati mondiali di sci alpino di Cortina d’Ampezzo. Un mix di innovazione e artigianalità con design che evoca lo spirito degli anni 90, suola Vibram e tomaia è realizzata in microfibra termosaldata su tessuto tecnico con laccio trekking.

«Le scarpe della capsule per Cortina sono tecniche, questo perché vogliamo lanciare prodotti nuovi, oltre alle sneaker - spiega Kimberger -, come gli stivali per uomo e donna che, unito al lancio di sneaker “entry price” per incontrare il target dei più giovani, ci porterà ad aprire a nuovi tipi di consumatori».

E conclude: «Oltre a progetti legati al prodotto abbiamo investito molto anche nella digitalizzazione dell’azienda, nell’integrazione del sistema di cassa che ci porterà verso una maggiore omnicanalità in futuro e sulle risorse umane per tenere la Cig più bassa possibile».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti