rapporto Sud

Piano Cdp da 1,5 miliardi per la Sardegna sul Dorso Sud del 17 gennaio

Cassa depoisiti e prestiti rafforza l’impegno per lo sviluppo del territorio. Partnership con la Fondazione di Sardegna. Obiettivo il rilancio degli investimenti su infrastrutture, ricerca e innovazione


default onloading pic

1' di lettura

Infrastrutture, ricerca, innovazione e un piano da 1,5 miliardi per recuperare crescita e sviluppo. Sul DorsoSud allegato al Sole24Ore del 17 gennaio l’approfondimento sul nuovo programma di Cassa depositi e prestiti per la Sardegna, che inaugura il modello innovativo sinergia tra istituzioni e imprese sul territorio. Tassello fondamentale, l’accordo di Cdp stipulato con la Fondazione Sardegna. Intanto il rilancio delle infrastrutture dell’isola passa anche per un programma di 350 milioni di investimenti sul sistema portuale, da Cagliari a Oristano fino a Porto Torres.

Le nuove modalità di interazione e di collaborazione tra pubblico e privato, tema al centro di questo numero in edicola con il quotidiano in Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna, si ritrovano nell’inchiesta sulle start up innovative in Campania: ne nasce una al giorno, la regione è al quarto posto in Italia mentre Napoli è la prima città del Sud, al terzo posto dopo Milano e Roma.

Il viaggio del DorsoSud scopre la grande richiesta di ingegneri del software in Puglia - la domanda delle imprese è di almeno 900 professionisti - e la sfida green dell’Eni in Val d’Agri: 80 milioni di investimenti per progetti di sostenibilità ambientale.

In Sicilia altre due tappe: per lo stabilimento di Termini Imerese spunta l’ipotesi di un grande gruppo industriale intenzionato a rilevare l’area de3ll’ex Fiat. L’isola, inoltre, è diventata terra di grande passione imprenditoriale per le birre artigianali con 75 laboratori e produzioni in crescita continua.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...