SERVIZI

Piano di Poste Italiane per i piccoli comuni

di Enrico Netti


2' di lettura

Continua anche quest’anno l’impegno di Poste Italiane a favore dei piccoli comuni del Nord Ovest, quelli con meno di 5mila abitanti.

Molteplici gli interventi previsti a partire dalla nuova flotta di mezzi green usati per raggiungere i clienti. Sono in arrivo dei motocicli elettrici a tre ruote con un’autonomia sufficiente per l’intera giornata. Una dozzina arriveranno entro aprile nelle province di Alessandria, Cuneo e Vercelli oltre a 60 motocicli euro 4. Entro lo stesso mese altri sei verranno impiegati nella provincia di Savona. È invece in corso di programmazione l’installazione, prevista entro il 2022, di 11mila cassette postali smart, studiate per ottimizzare il processo di gestione del ritiro della corrispondenza e per aprire una finestra di dialogo con i residenti grazie a uno schermo. In alcuni comuni verranno collocati dei locker per la spedizione dei pacchi, il pagamento dei bollettini postali e la ricarica delle card Postepay e Postemobile.

Nelle ultime settimane sono stati installati 6 Atm Postamat di nuova generazione tra le province di Cuneo, Biella e Alessandria mentre sono in arrivo nella Valle di Susa e del Pinerolese. «La nostra azienda accorcia le distanze, agevola le relazioni, direi che è una sorta di intermediario tra le diverse aree del Paese - ha spiegato Matteo Del Fante, ad Poste Italiane -. È giunto il momento di compiere una nuova tappa, arricchendo le iniziative realizzate e confidando nel fatto che i progressi conseguiti costituiscono una testimonianza della comune capacità di lavorare al servizio dell’Italia, favorendone lo sviluppo, la coesione sociale e territoriale».

Non mancano iniziative rivolte direttamente agli utenti come programmi di educazione finanziaria, postale e digitale per ampliare la conoscenza e le competenze in materia sia presso le piccole comunità che presso le scuole che ripartiranno al termine dell’emergenza Coronavirus. Sono già previste due tappe che si terranno in piccoli comuni delle province di Asti e La Spezia.

Questo impegno porta a un aumento del personale in servizio nelle regioni. Quest’anno si sono già aggiunte altre 140 risorse in Piemonte, 25 in Liguria e 2 in Val D’Aosta. In particolare negli uffici postali è previsto il rafforzamento degli organici da realizzarsi attraverso l’assunzione di risorse da dedicare alle attività di front end e la ricollocazione in produzione di risorse provenienti dalle strutture di staff.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...