il risiko dei listini

Lse vende Borsa Italiana ad Euronext per 4,32 miliardi

Il London Stock Exchange ed Euronext raggiungono l'accordo su Borsa Italiana.

default onloading pic
(ANSA)

Il London Stock Exchange ed Euronext raggiungono l'accordo su Borsa Italiana.


3' di lettura

Piazza Affari passa di mano. Il London Stock Exchange ha accettato l’offerta di 4,32 miliardi di euro di Euronext. LSE era entrato in trattative esclusive lo scorso mese con il listino Paneuropeo. Quest’ultimo aveva presentato una proposta in cordata con Intesa Sanpaolo e Cassa Depositi e Prestiti, battendo la concorrenza di Deutsche Boerse e della svizzera SIX. La mossa del London stock exchange è finalizzata ad avere l’ok dell’antitrust sul suo acquisto di Refinitiv.

Un mercato con oltre 1.800 società quotate
Con l'aggregazione tra Euronext e Borsa Italiana nasce la prima piazza di quotazione azionaria in Europa, con oltre 1.800 società quotate e 4.400 miliardi di euro in termini di capitalizzazione aggregata di società quotate . Si crea inoltre la prima piazza europea per il mercato secondario, con circa 11,7 miliardi di euro di valore azionario negoziati quotidianamente e la prima piazza europea per l'equity financing, con oltre 42 miliardi di euro raccolti nel 2019 dagli investitori per finanziare società in Europa.

Le sinergie di costo
...
L'aggregazione tra Euronext e Borsa Italiana porterà «immediatamente» ad un aumento dell'utile per azione, prima ancora di registrare le previste sinergie di 60 milioni lordi annui a regime (entro il terzo anno). Nel dettaglio, si stimano sinergie di costo da 45 milioni lordi, «principalmente generate dalla migrazione dei mercati cash equity e derivati di Borsa Italiana verso Optiq, la piattaforma di trading proprietaria di Euronext». Inoltre si avranno ulteriori sinergie tecnologiche risultanti dalla cooperazione delle attività di Csd e dalla condivisione di competenze, processi e sistemi all'interno del gruppo risultante dall'aggregazione.

...e quelle di ricavo
A queste si aggiuntono sinergie di ricavo per 15 milioni lordi. Saranno «generate - si legge in nuna nota- dal lancio del singolo pool di liquidità e del portafoglio ordini unico di Euronext in Italia; dallo sviluppo di un’offerta paneuropea di prodotti derivati, dal cross-selling di prodotti e dalle opportunità di crescita del business come l'offerta di servizi corporate in Italia e l'ampliamento dell'offerta di analisi e dati». L’aumento dell'utile per azione dovrebbe accelerare in doppia cifra «nel terzo anno post sinergie». I costi di ristrutturazione sono stimati in 100 milioni.

Le tempistische
Il completamento dell'aggregazione è previsto nella prima metà del 2021. Dal canto suo il London Stock Exchange prevede di completare l’operazione con Refinitiv entro la fine del 2020 o all'inizio del 2021. Quindi prima del closing formale della cessione di Borsa Italiana ad Euronext. Quest’ultima, peraltro, è soggetta alle approvazioni degli azionisti di Euronext e di Lse e alle approvazioni regolamentari in Italia, Regno Unito, Stati Uniti, Belgio e Francia. Inoltre c’è la necessità della dichiarazione di non contrarietà da parte del Collegio dei Regolari, di Euronext, dell’approvazione Antitrust in Germania e dell’ok di Euronext come acquirente adeguato da parte della Commissione Europea.

Governance: gli organi collegiali...
Cdp, che avrà il 7,3% di Euronext pareggiando la quota della sua omologa francese (caisse des depots et Consignations), e Intesa Sanpaolo, si legge in una nota, «entreranno a far parte del gruppo come azionisti di riferimento di Euronext. Riguardo alla composizione degli organi gestionali due Italiani entreranno a far parte del Supervisory Board, il presidente (indipendente) ed un amministratore in rappresentanza di Cdp Equity. Inoltre, i ceo di Borsa Italiana e quello della controllata MTS entreranno rispettivamente nel Managing Board e nell'Extended Managing Board di Euronext.

...il patto degli azionisti di riferimento...
Cdp e Intesa, da parte loro, avranno «il diritto di proporre un terzo dei seggi del consiglio di sorveglianza di Euronext, che comprenderà un rappresentante di Cdp Equity». Il patto degli azionisti di riferimento, spiega radiocor, prevede un lock-up di tre anni di alcune azioni ordinarie. Euronext, inoltre, raccomanderà che la Consob «sia invitata a far parte del collegio dei regolatori, diventando un componente dell'attività di supervisione di Euronext a livello di gruppo pari passu con altri regolatori europei, con una presidenza a rotazione semestrale».

...le funzioni operative in Italia
Il gruppo Borsa Italiana, poi, «manterrà le sue attuali funzioni, struttura e relazioni» con «le attività chiave e alcune funzioni centrali del nuovo gruppo combinato» che «avranno sede a Milano e a Roma, mentre la attività relative all'amministrazione finanziaria del gruppo avranno sede a Milano».

I commenti

«Siamo particolarmente orgogliosi di essere protagonisti di questa operazione - ha affermato Fabrizio Palermo , ad di Cassa Depositi e Prestiti- Cdp contribuisce a portare Piazza Affari all'interno di un gruppo paneuropeo con un presidio stabile di investitori italiani».

Dal canto suo Stephane Boujnah, amministratore delegato di Euronext, ha affermato che «da un punto di vista finanziario l'operazione crea significativo valore per gli azionisti» e che «Borsa Italiana giocherà un ruolo fondamentale nell'operatività, nella strategia e nella governance del nuovo gruppo e sarà il maggior contributore in termini di ricavi» della nuova realtà che uscirà dall'aggregazione.

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti