ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùdomanda aperta

Piazza Affari nel mirino: rischio o opportunità?


default onloading pic
(Imagoeconomica)

1' di lettura

Il fenomeno dell'attivismo si è imposto di prepotenza al grande pubblico con l'ingresso del fondo Elliott nel consiglio Telecom. «Barbarians in the boardroom» - dal titolo del libro di Owen Walker che descrive le battaglie dei fondi attivisti per la conquista delle più potenti società - per la prima volta in Piazza Affari. Un mondo - una volta popolato da scatole cinesi e azioni senza diritto di voto - che si è trovato in qualche modo impreparato ad affrontare il salto di qualità di questi attori, pur avendo sperimentato la dialettica del mercato per le iniziative dei pionieri del settore (in questo senso in Italia si è distinto Amber) e per la presenza nei board dei consiglieri di minoranza espressi dai fondi.

Il punto è che nella maggior parte dei casi le società sono controllate al di sotto della soglia dell'Opa e il ribaltamento delle gerarchie in cda ha sollevato qualche dubbio sull'esigenza di aggiornare le regole. Un tema che divide. Come emerge chiaramente dal forum organizzato da «Il Sole-24Ore», in collaborazione con lo studio Gatti, Pavesi, Bianchi, che ha lasciato aperta la domanda se i fondi attivisti siano da considerare un rischio o un'opportunità.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...