san Pietroburgo

Piero della Francesca incanta i russi

di Marco Carminati


default onloading pic
A sinistra, Piero della Francesca. Madonna con Bambino, 1435 ca, già Contini Bonacossi, Tempera su tavola, 53x41 cm. Newark, Delaware, The Alana Collection. A destra, Piero della Francesca. Ritratto di Sigismondo Malatesta, 1451 c. Olio su tela, 44,5x34,5 cm. Parigi, Musée du Louvre

2' di lettura

Fino al 10 marzo 2019 il Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo rende omaggio a Piero della Francesca, artista simbolo del Quattrocento italiano, con una rassegna che il direttore stesso dell'Ermitage, Michail Piotrovsky, non stenta a definire “la mostra del secolo”.

Alle nostre latitudini Piero della Francesca è una presenza molto familiare: la pala di Brera, gli affreschi di Arezzo e di Rimini, il polittico di Perugia, il Dittico degli Uffizi, la Madonna di Senigallia a Urbino, eccetera. Ma bisogna considerare che per il pubblico russo vedere riuniti in una sola sede undici tra dipinti e quattro manoscritti autografi, rappresenta un'occasione unica ed emozionante, anche perché in Russia non si conservano opere di Piero.
Sono dunque comprensibili l'eccezionale successo di pubblico che sta riscuotendo la rassegna, e quella sorta di “Pieromania” che sta felicemente contagiando i russi.

Curata da Tatiana Kustodieva (capo ricercatore del Dipartimento dell'Arte europea occidentale all'Ermitage), organizzata dal Museo Statale Ermitage, da Ermitage Italia e di Villaggio Globale International, e sostenuta da sponsor come ROSNEFT e INTESA SANPAOLO, la rassegna presenta un titolo mutuato da Luca Pacioli: “Piero della Francesca. Il monarca della pittura” ed è ospitata nella prestigiosa Sala del Picchetto nel Palazzo d'Inverno, in un allestimento che rievoca le architetture prospettiche dei dipinti di Piero.

Piero della Francesca incanta i russi

Piero della Francesca incanta i russi

Photogallery15 foto

Visualizza

I prestiti per la mostra sono stati davvero importanti: la “Madonna di Senigallia” dalla Galleria Nazionale delle Marche a Urbino, “l'Annunciazione” (vertice del celebre Polittico) dalla Galleria Nazionale dell'Umbria a Perugia, il “San Girolamo e un devoto” dalle Gallerie dell'Accademia di Venezia, ai quali si aggiungono il “San Nicola da Tolentino” del Museo Poldi Pezzoli di Milano e due affreschi con “San Giuliano” e “San Ludovico” dalla natia Sansepolcro. Quindi il “San Michele” prestato dalla National Gallery di Londra, il “Ritratto di Sigismondo Malatesta”giunto dal Louvre, il “Ritratto di giovane” (presumibilmente Guidobaldo da Montefeltro) dal Museo Thyssen-Bornemisza di Madrid, il “Sant'Agostino” dal Museo Nazionale d'Arte Antica di Lisbona e la giovanile “Madonna col Bambino” già in collezione Contini Bonacossi.

A questo notevole numero di dipinti si aggiungono poi preziosi originali legati al Piero matematico e “prospectivo”, a sottolineare l'importante attività teorica, che egli svolse per tutta la vita congiuntamente alla pittura, attorno alle regole matematiche e geometriche che governano la realtà (e dunque anche la costruzione dei dipinti), al bisogno di armonia e allo studio delle proporzioni.

    In questa sezione si ammirano il giovanile “Trattato d'abaco”, proposto nella versione autografa della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, l' “Archimede di spiralibus”, raccolta di trattati del matematico greco in cui è stata riconosciuta nel 2004 la mano dell'artista toscano e, infine, il “De prospectiva pingendi”, presentato attraverso le uniche due testimonianze quattrocentesche in volgare esistenti al mondo: quella interamente autografa nel testo e nei disegni, prestata della Biblioteca Palatina del Complesso Monumentale della Pilotta a Parma e il manoscritto Reggiano della Biblioteca Panizzi di Reggio Emilia, con correzioni e annotazioni di pugno di Piero.

    La mostra è accompagnata da catalogo Skira/Museo Statale Ermitage (edizione russa e italiana), con saggi di Carlo Bertelli, Tatiana Kustodieva, Antonio Natali, Piergiorgio Odifreddi, Antonio Paolucci e Paola Refice.

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...