fast fashion

Piero Scandellari nuovo presidente del Centergross di Bologna

Il distretto emiliano del fast fashion (con un fatturato di 5 miliardi di euro) punta a rafforzare il piano di internazionalizzazione delle piccole e medie imprese. Tra gli obiettivi gli Emirati Arabi, l'Azerbaigian, la Corea del Sud

di Natascia Ronchetti - Funo di Argelato (Bologna)

2' di lettura

Primo step: una rete di impianti tecnologici innovativi per fare del distretto la prima smart city della moda in Europa. Poi il capitolo internazionalizzazione, «per sostenere le aziende del fashion che rappresentano il nostro core business – dice Piero Scandellari - soprattutto in quei nuovi mercati non saturi che vanno dagli Emirati Arabi a Paesi emergenti come l'Azerbaigian».

Scandellari è il nuovo presidente del Centergross di Funo di Argelato, nel Bolognese, uno dei principali poli del pronto moda in Europa, settore che rappresenta il 70% del suo business: un fatturato aggregato di 5 miliardi di euro. Con il rinnovo del Consiglio di amministrazione è entrato in carica raccogliendo l'eredità lasciata da Lucia Gazzotti, che ha guidato il polo verso un rafforzamento del profilo internazionale: oggi il 60% dei buyer che mediamente ogni giorno varcano la soglia del distretto proviene dall'estero.

Loading...

«Il fashion diventerà ancora più strategico per lo sviluppo - aggiunge Scandellari -. Le grandi aziende possono misurarsi da sole con le sfide imposte dalla globalizzazione. Il nostro compito sarà quello di sostenere soprattutto le piccole e medie imprese per aiutarle a fare la massa critica necessaria a cogliere le nuove opportunità che arrivano dalla domanda estera».

Gli obiettivi ora sono Dubai, Seul, Baku. «Mentre rafforzeremo la nostra presenza in Russia, dove siamo già presenti». Un piano di espansione con una forte sponda istituzionale, a partire da quella offerta da Unioncamere Emilia Romagna, che si affiancherà nel prossimo triennio a un progetto di valorizzazione del patrimonio immobiliare. Progetto che sarà messo in cantiere dai primi mesi del 2020. E che, partendo da un sistema di sicurezza basato sulla videosorveglianza e integrato da tecnologie innovative, consentirà anche di monitorare i flussi della domanda, per capire chi sono i buyer e da dove provengono, individuare i brand maggiormente richiesti e orientare le politiche di marketing e comunicazione.

«Un progetto ambizioso da realizzare puntando sul senso di appartenenza delle aziende del distretto che in oltre 40 anni hanno saputo superare momenti difficili», spiega Scandellari. Il Centergross si sviluppa su un'area di un milione di metri quadrati alle porte del capoluogo emiliano e conta oltre 600 imprese per un totale di seimila addetti.

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti