IL CENTRO STUDI DI CONFINDUSTRIA

Pil, CsC: atteso calo in quarto trimestre con produzione -2,3% a novembre

La previsione: in netto peggioramento le attese per i prossimi mesi

default onloading pic
(imagoeconomica)

La previsione: in netto peggioramento le attese per i prossimi mesi


2' di lettura

Le misure di contenimento del Covid-19 riportano in territorio negativo la dinamica della produzione industriale in novembre (-2,3%) e nel quarto trimestre. Alla luce di questo e di altri indicatori, per il quarto trimestre c'è da attendersi un contributo negativo dell'industria alla variazione congiunturale del Pil, che è atteso diminuire rispetto al terzo (quando è rimbalzato del 15,9%), soprattutto per il calo nei servizi, la cui attività è stata fortemente compromessa dalle misure introdotte nelle ultime settimane per contrastare la crescita dei contagi. Lo prevede il Centro studi di Confindustria.

La produzione industriale nel quarto trimestre quindi ha prospettive negative. Al netto del diverso numero di giorni lavorativi, l'attività risulta in calo in entrambi i mesi
della rilevazione: -5,8% in novembre e -2% in ottobre; gli ordini in volume diminuiscono in novembre del 3,3% su mese (-4,8% sui 12 mesi) e in ottobre dell'1,3% su settembre (-1,4% annuo). La variazione congiunturale acquisita nel quarto trimestre è di -1,9%, con livelli di attività inferiori del 6,3% a novembre rispetto a gennaio.

Loading...

I comparti di produzione di beni durevoli e di beni strumentali sono quelli che hanno risentito maggiormente dell'attuale contesto. Sull'andamento dell'attività nei due mesi di rilevazione hanno inciso negativamente il decumulo delle scorte (per soddisfare ordini pregressi), un calo della domanda interna e difficoltà nel reperire nuovi ordini esteri; si è avuto un repentino aumento dei tempi medi di consegna dovuto a interruzioni lungo la catena di fornitura a causa delle più rigide misure anti-Covid. Ciò tende a frenare l'attività nei prossimi mesi, come rilevato dal netto ridimensionamento delle attese degli imprenditori manifatturieri su ordini, produzione e prospettive dell'economia.

Timori espressi anche a livello di fiducia delle famiglie, come rilevato da Istat.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti