istat

Pil: nel quarto trimestre -0,3%, sull’anno +0,1%

Il trimestre precedente aveva registrato un incremento dello 0,1% congiunturale e dello 0,5% tendenziale. Il calo trimestrale dello 0,3% è il più forte dal primo trimestre 2013, da quasi sette anni

default onloading pic

1' di lettura

Il Pil nel quarto trimestre 2019 è sceso dello 0,3% nel confronto con il terzo trimestre mentre su base annua è salito dello 0,1%. Lo rileva l’Istat confermando il dato congiunturale di fine gennaio. È invece stato rivisto al
rialzo il tendenziale (nella stima la crescita era risultata pari a zero). Tuttavia resta il rallentamento. Il trimestre precedente aveva registrato un incremento dello 0,1% congiunturale e dello 0,5% tendenziale. Il calo trimestrale dello 0,3% è il più forte dal primo trimestre 2013, da quasi
sette anni.

Sul calo trimestrale ha pesato il dato sulle scorte
«La diminuzione del Pil è stata determinata dalla domanda interna, in particolare dalla variazione delle scorte». Lo scrive l'Istat nel commento ai dati sui conti economici trimestrali. Il dato sulle scorte ha infatti contribuito negativamente per 0,7 punti percentuali al calo congiunturale del Prodotto interno lordo.

Loading...

Istat, negativo l'acquisito per il 2020, -0,2%
Il 2019 lascia un’eredità negativa al 2020 in termini di Pil. La variazione acquisita del Prodotto interno lordo per quest’anno infatti è pari a -0,2%. Si tratta del dato che si otterrebbe nel caso in cui in tutti i trimestri dell’anno si registrasse una crescita congiunturale nulla. Lo rileva l’Istat, confermando la stima rilasciata a fine gennaio.

L’ANDAMENTO DEL PIL

Andamento del Prodotto Interno Lordo a valori correnti e a valori concatenati 2015. In milioni di euro

Loading...

Per approfondire:
Coronavirus, CsC: rischio recessione senza misure efficaci e tempestive

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti