AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùBorsa e settore auto

Pirelli maglia nera sul FtseMib, Ubs taglia a «neutral»

Obiettivo di prezzo scende da 6,20 a 5,50 euro per azione. Guardando avanti l'andamento del titolo potrà essere influenzato dalle notizie che emergeranno dall'Investor Day del 19 febbraio

di Stefania Arcudi

default onloading pic

2' di lettura

Maglia nera per Pirelli che, con un ribasso arrivato anche al 3%, zavorra il FTSE MIB . A mettere il freno al titolo è un report di Ubs, che ha abbassato la raccomandazione da «buy» a «neutral», con un obiettivo di prezzo passato da 6,20 a 5,50 euro per azione, al di sotto della media di 5,80 euro degli analisti e contro l'attuale valutazione di 5,1 euro circa.

Pirelli, appunto partita in calo anche del 3%, ha poi ridotto le perdite, comunque superiori al 2%. Abbastanza alti i volumi di scambi: già nelle prime battute passavano di mano oltre 1,8 milioni di titoli, contro la media di 2,825 milioni delle ultime 30 sedute. Guardando avanti, a orientare l'andamento del titolo potranno essere nelle prossime settimane le notizie che emergeranno dall'Investor Day, in calendario per il 19 febbraio, quando il gruppo presenterà il piano industriale 2020-2022. A questo proposito, Ubs prevede che le guidance che la società darà insieme al piano « saranno ampiamente in linea con le stime già fornite dalla società» e che «Pirelli enfatizzerà probabilmente le leve chiave da una più alta generazione di cassa».

Gli analisti di Ubs, che avevano assegnato la valutazione «buy» alla luce della crescita a doppia cifra degli utili, al solido contributo del price mix e a un flusso di cassa atteso a 500 milioni di euro nel 2020, hanno tagliato la valutazione spiegando che il contributo del price-mix è inferiore e la crescita dei volumi è più debole a causa di un inverno mite. Guardando avanti, gli analisti di Ubs terranno sotto osservazione le previsioni per il price mix, spiegando che «qualunque ulteriore deterioramento rispetto al 3,5% del terzo trimestre 2019 sarebbe negativo», e la dimensione e la qualità sottostante del free cash flow.

Il Sole 24 Ore Radiocor)

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...