Un carnet per riscoprire una Torino tutta all'insegna dell'arte

2/5Week end in città

Pista 500 mirabolante giardino di arte contemporanea

Era la mirabolante e vertiginosa pista su cui la Fiat tastava i veicoli prima di metterli in commercio. Adesso, dopo avere ammirato le opere d'arte, soprattutto i Matisse, amati da Marella e Gianni nella Pinacoteca Agnelli, si esce all'aria aperta dalla collezione privata della coppia, per godere lo spettacolo di Torino e le Alpi visti dall'alto: si cammina, infatti, su quella Pista 500 che è anche una passerella green capace di abbracciare archeologia industriale, botanica e arte contemporanea sul tetto del Lingotto. Innanzitutto c'è il giardino che corre lungo tutto l'anello di 1,1 chilometri, e si snoda in 28 isole ospitanti 40 mila piante che cambiano sembianza e colore a seconda delle stagioni. In questo parco pensile ecosostenibile posto a 28 metri di altezza da terra stanno davvero a loro agio le installazioni artistiche di Nina Beier, Sylvie Fleury, Louise Lawler, Mark Leckey, Cally Spooner in continuo dialogo con l'attualità.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti