FIERE

Pitti Bimbo debutta sulla piattaforma Connect, il tema dell’edizione digitale è «Out of the Blue»

Come per il salone dell’uomo e quello dedicato ai filati, la pandemia ha portato al nuovo format - Nel 2019 l’abbigliamento junior è cresciuto del 4%

di Giulia Crivelli

default onloading pic

Come per il salone dell’uomo e quello dedicato ai filati, la pandemia ha portato al nuovo format - Nel 2019 l’abbigliamento junior è cresciuto del 4%


4' di lettura

La piattaforma Connect, creata da Pitti Immagine per spostare nell’etere le fiere che – causa pandemia – non si sono tenute nella loro forma naturale, quella fisica, accoglie ora anche gli espositori di Pitti Bimbo, dopo aver dato spazio a quelli di Pitti Uomo. Entrambe le fiere avrebbero dovuto svolgersi in giugno a Firenze, ma come la maggior parte delle manifestazioni italiani e mondiali, sono state cancellate.

I dati economici del settore
Pitti Bimbo è anche l’occasione, da sempre, per fare il punto sull’andamento dell’abbigliamento junior, che nel 2019 aveva registrato dei buoni risultati. Le positive ma prudenziali stime rilasciate lo scorso gennaio (in occasione della precedente edizione di Pitti Bimbo) sono state superate dello 0,5%: il childrenswear (accezione che comprende l’abbigliamento in maglia e tessuto per ragazzi/e di età tra 0-14 anni, intimo e accessori inclusi) resta interessato da una dinamica di segno positivo, su ritmi peraltro allineati a quelli sperimentati nel corso del 2018: grazie a un incremento del 4,0%, il fatturato settoriale si porta a 3,1 miliardi di euro. La moda Junior, ancora una volta, si è giovata del favore riscontrato sui mercati internazionali. Di pari passo, il mercato interno, che resta preponderante per il comparto, mostra un rallentamento del ritmo di calo e, comunque, performa meglio della media del totale del tessile-moda.

Mercato italiano in sofferenza
Nel 2019, il sell-out di moda junior, secondo le rilevazioni svolte da Sita Ricerca per conto di Smi, sul mercato italiano archivia una variazione negativa dell’1,2%, portandosi a 4,1 miliardi. Sotto il profilo merceologico, il segmento bambina, strutturalmente preponderante con un’incidenza del 46,7% dei consumi di childrenswear in Italia, contiene il calo (-0,9%), mentre il segmento bambino segna una flessione dell’1,5%. Il neonato flette, infine, dell’1,4%.

Il tema del Pitti versione digitale
Pitti Connect non è “solo” uno strumento di trasformazione digitale e Pitti Immagine non ha rinunciato a dare alle fiere di questo anomalo periodo post lockdown una loro identità, come fa da sempre per le edizioni invernali e per quelle estive. Il tema conduttore scelto è Out of the Blue, espressione inglese che, letteralmente, significa all’improvviso. Un’espressione di sorpresa filtrata attraverso un colore - il blu - che diventa il tema conduttore dei saloni estivi. «Pitti Immagine si ammanta di blu per un’edizione straordinaria, interamente in digitale, che esplora e amplifica le potenzialità concesse da uno strumento totalmente innovativo come Pitti Connect – spiega commenta Agostino Poletto, direttore generale di Pitti Immagine –. Abbiamo bisogno di un nuovo inizio e di un nuovo punto di vista. Il blu è il colore perfetto per aprire lo sguardo verso una prospettiva diversa, impensabile fino a pochi mesi fa, ma estremamente suggestiva grazie alle risorse creative che si sono messe in moto. Le quattro immagini della campagna realizzano infatti una sorta di piccola ma significativa mostra d’arte contemporanea, che affida alla bellezza un grande messaggio di speranza».

La visione dell’artista
«La scelta di “Out of the Blue” è nata dalla volontà di immaginare una stagione fresca, aperta e senza vincoli, propensa a scambi e nuovi contatti stimolanti – racconta Angelo Figus, art director del progetto –. Ispirandosi liberamente al mare, al cielo sereno e alle stelle fulgide delle notti estive, il blu ci offre un’esperienza immersiva che ci ricollega alla natura e all’universo stesso. Il blu ci è apparso anche il più appropriato per descrivere in maniera né troppo pesante né troppo superficiale un nuovo capitolo della storia della moda. Da qui, abbiamo immaginato e creato una campagna di comunicazione senza precedenti. Non uno ma quattro fotografi/artisti di fama internazionale, sono diventati membri della grande famiglia Pitti e hanno contribuito a creare le immagini-messaggio più coerenti per i saloni di questa edizione, lontana da ogni estetismo forzato alla ricerca dell’immagine giusta».

La «firma in blu» per Pitti Bimbo
Per Pitti Bimbo, l’interpretazione è della coreana JeongMee Yoon, che ha contribuito con la foto tratta dall’acclamato “The pink and blue project”: un bimbo-supereroe che sembra sorvolare un cielo composto da giochi, oggetti e abiti, tutti rigorosamente blu.

Il calendario di Pitti Connect
Fino al 30 ottobre Pitti Connect sarà il fulcro di fiere speciali, con le collezioni estive dei brand e delle aziende espositrici, già 400 circa tra Pitti Uomo, Bimbo e Filati. tra i quali nomi di riferimento della scena fashion e lifestyle internazionale. «Abbiamo anche messo a punto un programma di progetti digitali per scoprire punti di vista inediti, approfondire e lasciarsi ispirare – ricorda Agostino Poletto –. Cercavamo soluzioni per l’emergenza, ma abbiamo trovato anche opportunità per il domani: Pitti Connect ha impresso una forte accelerazione tecnologica ai nostri saloni e rappresenta l’elemento di continuità che ci porterà verso gennaio 2021, quando fiera fisica e virtuale si integreranno l’una con l’altra».

Spazio ai contenuti editoriali
«Pitti Connect ha un’impostazione editoriale ricca di contenuti ed eventi speciali – aggiunge Lapo Cianchi, direttore comunicazione & eventi speciali di Pitti Immagine –. La piattaforma è infatti affiancata e arricchita da uno speciale web magazine che abbiamo ribattezzato THE BILLBOARD, che restituirà in digitale l’atmosfera e la trasversalità delle fiere reali, coinvolgendo protagonisti della moda, artisti e personaggi di riferimento della cultura contemporanea».

Le date da qui alla fine di ottobre
Ecco il calendario di apertura delle manifestazioni di Pitti su Pitti Connect:
Pitti Uomo 98: 16 luglio - 9 ottobre 2020
Pitti Bimbo 91: 16 luglio - 9 ottobre 2020
Pitti Filati 87: 16 luglio - 30 ottobre 2020
Pitti Fragranze: 28 luglio - 30 ottobre 2020
Super (moda donna): 28 luglio - 30 ottobre 2020

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti