Le iniziative del Financial Times-Il Sole 24 Ore

Volano gli iscritti all’Academy Imprese - Ft - Sole 24 Ore

Supera ogni più rosea aspettativa il successo dell’iniziativa congiunta Financial Times e Sole24Ore sull’innovazione e il Made in Italy

3' di lettura

Oltre 1.100 adesioni giunte in poco più di 48 ore. Supera ogni più rosea aspettativa il successo dell’iniziativa congiunta “Made in Italy Challenge” organizzata da Financial Times Talent e 24 ORE Eventi, in collaborazione con Il Sole 24 Ore e Financial Times. Si tratta della prima edizione di un contest dedicato al futuro del Made in Italy nel mondo, che punta a selezionare e formare cento giovani innovatori under 35 con l’obiettivo di sviluppare nuove idee di business per il rilancio del Made in Italy dopo le difficoltà della pandemia.

Caccia ai talenti

Si tratta di una vera caccia ai talenti, provenienti un po’ da tutta Italia che, sotto il cappello del Financial Times e del Sole 24 Ore, vogliano lavorare su progetti per l’innovazione del Made in Italy. «In realtà abbiamo verificato come tra le adesioni ve ne siano molte sia di studenti stranieri sia di studenti italiani che studiano all’estero: in una sorta di «rimpatrio di cervelli» che non può non renderci felici – afferma Federico Silvestri, amministratore delegato di 24ORE Eventi –. Il successo dell’iniziativa è stato, per certi versi, sorprendente anche per noi: ci attendevamo un buon numero di adesioni ma certamente non così numerose e non in così poco tempo».

Loading...

L’impegno dei gruppi di lavoro

Le iscrizioni resteranno aperte sino al prossimo 28 febbraio. I 100 giovani che verranno selezionati lavoreranno tra masterclass, workshop, con mentor di FT e Sole 24 Ore e rappresentanti delle aziende partner, che in questo momento sono Cisco, Illimity, Johnson & Johnson, Technacy e Gruppo Egea. L’impegno dei gruppi sarà verticale sulle specificità tipiche delle imprese: si va dunque dalla digitalizzazione al finance e sostenibilità, dall’health tech alla comunicazione. A questi si aggiungeranno i temi del food e fashion. Sarà dunque una settimana di full immersion – in virtuale, prevalentemente in italiano con alcune parti in inglese - in cui i 20 gruppi composti da cinque giovani ciascuno, con esperienze diverse alle spalle, proveranno a muoversi come una piccola azienda e affrontare nei settori di riferimento la definizione di un progetto innovativo di promozione del made in Italy.

I vincitori a Trento

«Dopo il successo delle due edizioni dell’evento “Made in Italy: The Restart” nel 2020 e di “Made in Italy: Setting a New Course” nel 2021, siamo particolarmente lieti di avere dato vita a questo nuovo progetto – ha aggiunto Silvestri, – un’iniziativa che abbiamo fortemente voluto perché ha come protagonista proprio il target degli under 35 per noi particolarmente importante e perché è finalizzata ad esaltare i talenti del presente e del futuro che, auspicabilmente, potranno essere protagonisti della crescita dell’internalizzazione del business del nostro paese e questo, in questa fase così complessa, ci sembra davvero il miglior messaggio e contributo che si possa dare».

L’hackathon si svolgerà durante una tre giorni in programma nel mese di maggio, che si concluderà con la cerimonia di premiazione del team vincente. I vincitori del contest presenteranno i loro progetti anche durante il Festival dell’economia di Trento, in programma dal 2 al 5 giugno 2022: Il Sole 24 Ore organizzerà un panel dedicato al dialogo tra giovani e imprese e al ruolo giocato in questo contesto dalla formazione, nel corso del quale i team potranno raccontare la loro esperienza.

Le iscrizioni sono aperte e maggiori dettagli si possono trovare qui .

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti