Casa in affitto: l’abc dei contratti lunghi in 9 mosse

10/10Casa e Condominio

Più spazio all’inquilino in assemblea condominiale

(FOTOGRAMMA)

Il ruolo dell'inquilino all'interno del condominio è cambiato, ma non al punto da consentire all'inquilino stesso di sostituirsi del tutto al proprio locatore. Entra di diritto nell'anagrafe condominiale, in quell'elenco cioè che, secondo il dettato dell'articolo 1130, numero 6 del Codice civile, l'amministratore è obbligato a tenere e ad aggiornare anche ai fini di facilitare la procedura di convocazione dell'assemblea. Va detto che nel condominio continua a valere il principio generale per cui la partecipazione alla gestione condominiale spetta al condomino-locatore. L'intervento dell'inquilino è limitato a questioni riguardanti il servizio ordinario del riscaldamento e del condizionamento dell'aria, argomenti per i quali va anche convocato in assemblea per esprimere il proprio voto sulle varie decisioni che devono essere assunte su tali due argomenti e contro le quali può peraltro ricorrere avanti l'Autorità giudiziaria secondo l'articolo 1137 Cc, impugnando le relative delibere.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti