Seat

Più tecnologia per le rinnovate Arona e Ibiza

I modelli della casa spagnola si aggiornano nella connettività e dicono addio al turbodiesel.

di Massimo Mambretti

2' di lettura

Debuttano gli aggiornamenti delle compatte Arona e Ibiza che completano le novità 2021 della famiglia Seat.

I modelli più venduti della casa spagnola si mettono in scia alle consanguinee più grandi non solo con qualche ritocco stilistico ma, soprattutto, adottando le più avanzate tecnologie riguardanti il sostegno alla guida, la sicurezza e la digitalizzazione. In questo senso si allineano anche ai modelli analoghi degli altri brand del gruppo Volkswagen, ovvero la ristilizzata Polo e la nuova generazione della Skoda Fabia adesso anch’essa basata sull’architettura Mqb A0, sfruttando le economie di scala per evitare che l’arricchimento tecnologico appesantisca il costo finale.

Loading...

Nel caso delle rinnovate Arona e della Ibiza la svolta hi-tech si inserisce nei singoli allestimenti in maniera graduale, sino ad arrivare a offrire di serie sulle varianti più equipaggiate anche la guida semi-assistita di livello 2. Così, i listini non cambiano rispetto a quelli dei modelli precedenti, che partono, nel caso dell’Arona ,da circa oltre 19mila euro e arrivano a circa 26mila e da 16.350mila euro in quello dell’Ibiza fino a 23.600 euro. Le nuove serie delle compatte Seat rinunciano ai motori turbodiesel. Quindi, l’offerta che continua a essere non elettrificata, poggia sui i tre cilindri turbo da 1 litro a benzina con 80, 95 e 110 cavalli e il nativo a metano da 90 cavalli, oltre che sul 1.500 turbo sovralimentato di 1,5 litri da 150 cavalli con disattivazione automatica di due cilindri.

Il piccolo suv Arona propone anche il nuovo allestimento Xperience in stile cross-country, che trasmette bene l’evoluzione della specie, mentre il restyling estetico della berlina Ibiza è marginale tanto che solo un bel colpo d’occhio può notare le firme luminose della fanaleria a Led.

Dentro, invece, la metamorfosi è impressa dal nuovo design dell’arredamento che origina abitacoli più accoglienti grazie alla minore invasività, più ricercati e di stampo hi-tech, per la presenza del cockpit digitale da 12,5” e del display che arriva sino a 9,2” del sistema d’infotainment. Quest’ultimo è sempre connesso, può offrire anche numerosi servizi online, integra l’assistente virtuale (Hola, Hola) e offre connettività wireless per Android Auto eApple Carplay. La presentazione dell’interno è caratterizzata dalla lineare plancia, da rivestimenti soft-touch, da una finitura curata, oltre che da inediti abbinamenti cromatici e dall’ormai immancabile illuminazione soffusa. L’ambiente, quindi, ripropone quanto offrono i modelli più grandi della Seat. Dal posto guida dell’Arona Xperience 1.0 con 115 cavalli e cambio Dsg a sette marce, dove si sta seduti in modo da dominare la strada più per l’altezza da terra della vettura di 19 cm che quella del sedile dal pianale, si instaura un dialogo diretto con il suv compatto.

Poiché la meccanica non cambia, si avvertono sensazioni già note e apprezzate. Il confort è buono, sebbene la tonalità del tre cilindri in accelerazione sia poco gradevole. Inoltre, anche a dispetto di uno sterzo non sempre comunicativo, l’assetto rigoroso genera un dinamismo agile e affidabile che, all’occorrenza, rende la guidabilità divertente grazie anche al rendimento brillante del motore quando è sollecitato dalla configurazione Sport. Per di più, il cambio a doppia frizione fluidifica l’erogazione del motore e migliore la linearità di marcia in ogni situazione.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti