Videogames

Playstation, ecco Returnal: scuro, brutale e un po’ punitivo ma non è il solito roguelike

È il primo vero titolo next-gen per Playstation 5. Resterete intrappolati in un Pianeta ostile che “sentirete” come mai prima d’ora

di Luca Tremolada

È il primo vero titolo next-gen per Playstation 5. Resterete intrappolati in un Pianeta ostile che “sentirete” come mai prima d’ora

2' di lettura

Sei Selene e sei una astronauta. La tua navicella spaziale precipita in fiamme su un esopianeta buio e brutale, infestato di forme di vita ostile. Ogni volta che muori ritorni per rifare tutto da capo ma in modo leggermente diverso. Ti ritrovi intrappolato dentro un incubo che avresti potuto sognare dopo aver visto Alien. E non riesci a svegliarti.

Parliamo di Returnal, forse la prima vera esclusiva per Ps5, sviluppata dai finlandesi di Housemarque, già noti per Super Stardust e Resogun. Siamo dentro un roguellike di ambientazione scientifica diverso dagli altri. Ogni volta che muori, torni al luogo dell’incidente, il pianeta si è rimescolato da solo in modo procedurale, è lo stesso luogo ma sempre un po’ diverso. Ogni volta che esplori, impari un po' di più sul pianeta e sull'astronauta, oltre alle regole del gioco. Ogni volta che accade insomma - e accade spesso di morire - capisci di più di quello che sta accadendo.

Loading...

Cosa ci è piaciuto

L’esperienza è punitiva ma c’è davvero di peggio nel panorama ludico. Il gameplay è frenetico: corri, salta, schiva e spara come nel più classico sparatutto infernale. Ma prima di tutto Returnal è finalmente un gioco della nuova generazione. Lo vedi nei tempi di caricamento velocissimi, nell’illuminazione dinamica ma soprattutto lo senti.
L'uso del suono e del controller DualSense rendono questo gioco una esperienza diversa dalle altre. La prova con le cuffie Pulse 3D di Sony aiuta a capire il lavoro profondo sul suono in tre dimensioni. Le belve aliene si annunciano al tatto, il pianeta respira e si trasforma. Sullo schermo accadano molte più cose di quelle che vedi e le senti con l’udito e con il controller in mano. L’effetto è davvero sorprendente.

Returnal, il gameplay

Cosa non ci piaciuto

Più che il gioco ci lascia perplessi la politica di prezzo. Returnal costa 80 euro. Ma lo trovi online anche a 70 euro. E c’è chi scommette - il gioco è uscito il 30 aprile - che a brevissimo arriveranno gli sconti. Non è chiaro, ma il problema non è solo di Playstation, quanto deve costare il videogioco nell’era pandemica. C’è chi sostiene che questo sarebbe stato un ottimo prodotto da mettere in una offerta in abbonamento (a cui Sony non crede). Chi invece non acquista più al day-one a prezzo pieno e aspetta gli sconti. La qualità del gioco non si discute, lascia perplessi semmai la politica di prezzi delle grandi piattaforme videoludiche. Sia sulla domanda che sull’offerta.

Il giudizio

Siamo di fronte a un gioco non facile, a tratti punitivo, come avrete capito. Lo ami e lo odi ma comunque la dentro ci vuoi sempre tornare. Perché ogni volta che riparti scopri qualche cosa di più. Ma soprattutto perché un mondo così scuro e vivo su Playstation non si era mai visto.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti