la giornata nazionale

Pmi Day, le imprese aprono le porte agli studenti

default onloading pic
(ANSA )


4' di lettura

Oltre mille imprese coinvolte e più di 41mila tra studenti e insegnanti delle scuole medie e superiori nell’ottava edizione del “Pmi day-Industriamoci”, la Giornata nazionale delle piccole e medie imprese che si apre oggi e che si svolge in Italia e all’estero. È una manifestazione dedicata a studenti e insegnanti organizzata da Piccola industria Confindustria in collaborazione con le associazioni del sistema (coinvolto circa il 90% delle associazioni territoriali). Quest’anno la manifestazione è ancora più internazionale: oltre ai Balcani, quest’anno la Giornata delle PMI si svolgerà anche in Belgio e negli Stati Uniti. Il focus è sulla lotta alla contraffazione. L’obiettivo è sensibilizzare i giovani sull’impatto e le conseguenze del fenomeno soprattutto dal punto di vista economico e sociale. La contraffazione, ha sottolineato il presidente di Piccola industria Confindustria Alberto Baban, è «un problema mondiale che colpisce soprattutto i Paesi che fabbricano prodotti originali».

Baban: investire nei talenti
In un’intervista a Il Sole 24 Ore Baban ha messo in evidenza la necessità di «investire nei talenti, formare le persone, avvicinare i ragazzi alle imprese e fargliele percepire come un luogo amico, dove si discute di come sarà l’evoluzione nei prossimi anni, dell’Italia e del mondo».

Negli Usa 50 aziende incontrano gli studenti americani
Previste più iniziative che si svolgeranno anche in date diverse rispetto a oggi: negli Usa cinquanta aziende italiane incontreranno oltre mille studenti americani. L’iniziativa è promossa con la Miami Scientific Italian Community , l’Italian Scientists and Scholars of North America Foundation, l’Organization for the Development of Italian Studies, la Silicon Valley Italian Executive Council, il Consorzio Orgoglio Brescia e con l’Ambasciata d’Italia a Washington Dc e il Consolato generale d’Italia a Miami. Sarà l’occasione per raccontare a questi studenti l’eccellenza del made in Italy.

Pmi Day arriva in Belgio
Il Pmi Day 2017 di Confindustria sbarca anche anche in Belgio, portando all’attenzione della Vallonia le eccellenze imprenditoriali della regione targate “Italia”. Ad aprire le porte ai rappresentanti istituzionali e imprenditoriali valloni oltre che a una cinquantina di studenti di Herve, il Gruppo 4M, leader europeo nel settore della costruzione di pavimentazioni attraverso l’utilizzo di resine resistenti e di alta qualità. L’azienda, guidata dall’imprenditore di origini molisane Domenico Petta che svolge tra l’altro il ruolo di console onorario di Italia per le Province di Liegi e Lussemburgo, rappresenta, ha sottolineato Baban, «un ponte tra il sistema produttivo del nostro Paese e quello che rappresentano gli imprenditori ambasciatori del “Made in Italy” nel mondo».

29 imprese e 27 scuole tra Milano, Lodi, Monza e Brianza
Ventinove imprese e 27 scuole per un totale di 1.116 studenti coinvolti nell’area di Milano, Lodi, Monza e Brianza: così Assolombarda anche quest’anno aderisce a questa inziativa. «Dal 2010, il PMI Day porta ogni anno studenti e insegnanti nel mondo dell’impresa, attraverso visite guidate in azienda - ricorda Alessandro Enginoli, Presidente della Piccola Industria di Assolombarda -. Si tratta di un’iniziativa importante con la quale mostrare ai giovani il cuore delle fabbriche e il valore economico dell’impresa, trasmettendo loro la passione del fare e l’orgoglio di essere parte di un Paese che, con le sue eccellenze, guarda al futuro». Il gruppo tecnico Responsabilità sociale d’impresa di Confindustria, in collaborazione con Assolombarda, ha lanciato un questionario per capire l’impegno, la conoscenza e i possibili sviluppi dei temi legati alla sostenibilità rispetto alle piccole e medie imprese.

Le aziende del Lazio aprono le porte a oltre 700 studenti
Le aziende del Lazio aprono le porte a oltre 700 studenti. Avranno così la possibilità «non solo di vedere dal vivo gli stabilimenti produttivi e i prodotti eccellenze del nostro Made in Italy, ma anche di toccare con mano quanta competenza, passione e talento sono necessari per chi voglia intraprendere attività d’impresa», spiega Gerardo Iamunno, presidente Comitato Piccola Industria di Unindustria. «Novità di quest’anno - aggiunge Stefano Buonamici, presidente vicario della Piccola Industria di Roma - la collaborazione con le istituzioni: a Roma sarà infatti l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli che per una mattinata aprirà le porte agli studenti dell’Istituto di istruzione superiore Federico Caffè e Iss Leonardo da Vinci. L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli - aggiunge - svolge un ruolo fondamentale nella lotta alla contraffazione grazie anche ai sistemi informatici e ai laboratori chimici utilizzati che saranno illustrati e “testati” dagli studenti stessi durante la visita».

A Napoli una mostra sui danni della contraffazione
Quanto alla Campania, oggi viene inaugurata a Napoli presso la Camera di commercio la mostra didattica “Questa non è una so'la. Scarpe, pelletteria e accessori tra fake e rarità”, sul fenomeno della contraffazione, curata dall’Associazione Museo del Vero e del Falso. «La contraffazione - sottolinea Renato Abate, presidente Piccola industria Campania - è un male da estirpare, perché crea un danno importante alle imprese, anche di natura culturale. Ecco perché dobbiamo partire dalle generazioni più giovani per abituarli alla cultura della legalità».

Visite nelle aziende agricole per conoscere la filiera produttiva
Alcune iniziative si concentreranno sul settore dell’agricoltura. Sono previste visite nei territori di Alessandria, Bari, Brescia, Foggia, Lecce, Novara, Nuoro, Padova, Potenza, Salerno, Taranto e Vercelli, in alcune aziende agricole. I ragazzi potranno così entrare in contatto con tutta la filiera produttiva.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti