PRIVATE EQUITY

Pmi, nuovo veicolo da 600 milioni targato Fondo Italiano

Al via il fondo dei fondi per il sostegno alle Pmi italiane. Cassa Depositi e Prestiti promotore dell’operazione con 300 milioni di euro

di Carlo Festa

(AdobeStock)

2' di lettura

Prende formalmente avvio il nuovo fondo di fondi di private equity, denominato “FoF PE Italia”, gestito da Fondo Italiano d’Investimento Sgr. L’iniziativa vede, così come accaduto per tutti i fondi gestiti da Fondo Italiano d’Investimento Sgr, la Cassa Depositi e Prestiti nel ruolo di principale promotore e “anchor investor”, con un impegno iniziale pari a 200 milioni di euro e un impegno ad investire altri 100 milioni insieme ad eventuali sottoscrittori terzi. Attraverso questo nuovo veicolo, Cdp intende continuare a favorire la crescita del mercato del private equity dedicato alle piccole e medie imprese italiane, che presenta ampi margini di sviluppo se confrontato con i principali Paesi europei.

Il FoF PE Italia ha l’obiettivo di raccogliere complessivamente 600 milioni. Il fondo investirà in fondi di private equity attivi sul mercato italiano, le cui strategie di investimento siano mirate a creare campioni in grado di competere a livello internazionale, finanziare filiere e investire nella crescita dimensionale delle piccole e medie imprese con focus particolare su quelle ad alto contenuto tecnologico. Particolare attenzione nella selezione degli investimenti verrà inoltre dedicata al tema della sostenibilità e dell’applicazione di principi di investimento responsabile, anche secondo quanto previsto dai principi delle Nazioni Unite sul tema, sottoscritti da Fondo Italiano d’Investimento a settembre 2018.

Loading...

Il FoF PE Italia è il secondo fondo di fondi di private equity gestito da FII Sgr, dopo quello lanciato nel 2010, denominato Fondo Italiano di Investimento – Fondo di Fondi. Questa prima iniziativa ha riversato nell’economia reale italiana circa 358 milioni, sottoscrivendo impegni in 16 fondi di private equity, che hanno a loro volta movimentato circa 1,8 miliardi a favore delle piccole e medie imprese italiane.

Nel complesso, le attività di investimento hanno permesso di coinvolgere un totale di oltre 110 aziende, alle quali è riconducibile un fatturato complessivo pari a circa 6 miliardi. «La nascita del nuovo fondo di fondi di private equity – ha dichiarato Carlo Mammola, amministratore delegato di Fondo Italiano d’Investimento Sgr – permetterà di proseguire nell’attività di sostegno al settore del private equity italiano dedicato allo sviluppo delle nostre Pmi». «Inoltre – ha continuato Mammola – attraverso questo strumento intendiamo veicolare importanti risorse, riconducibili al modo degli investitori previdenziali verso l’economia reale italiana».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti