DECRETO IMPRESE

Pmi, al via la maxi-operazione liquidità. Intesa eroga i primi prestiti da 25 mila euro

Mps ha ricevuto 13mila richieste per 295 milioni di euro, il Banco Bpm ha ricevuto 8000 richieste, Bnl 5000 e Intesa Sanpaolo oltre 70mila, provvedendo già ad erogare i primi finanziamenti fino a 25 mila euro previsti dal decreto liquidità.

Coronavirus, Conte: "Via libera a dl imprese, e' potenza di fuoco"

Mps ha ricevuto 13mila richieste per 295 milioni di euro, il Banco Bpm ha ricevuto 8000 richieste, Bnl 5000 e Intesa Sanpaolo oltre 70mila, provvedendo già ad erogare i primi finanziamenti fino a 25 mila euro previsti dal decreto liquidità.


3' di lettura

La maxi-operazione liquidità a favore delle Pmi messa in campo dal governo per dare ossigeno alle imprese bloccate dall’emergenza coronavirus è entrata nel vivo. Con l’invio di migliaia di domande alle banche. Anche se non sono ancora disponibili i dati complessivi e alcuni gruppi hanno preferito non diffondere i propri, a sera si stilano i primi bilanci: Mps ha ricevuto 13mila richieste per 295 milioni di euro, il Banco Bpm ha ricevuto 8000 richieste, Bnl 5000 e Intesa Sanpaolo oltre 70mila, provvedendo già ad erogare i primi finanziamenti fino a 25 mila euro previsti dal decreto liquidità.

Operazione iniziata giovedì 16 aprile
Giovedì 16 aprile è stato pubblicato sul sito del Fondo di garanzia e su quello del ministero dello Sviluppo economico il modulo relativo alla garanzia del 100% su prestiti fino a un massimo di 25mila euro.Il modulo va inviato via mail (anche con posta non certificata) agli intermediari finanziari che devono a loro volta richiedere la garanzia statale. Da venerdì 17 aprile il Portale del Fondo di Garanzia Pmi ha iniziato a consentire l'inserimento da parte delle banche delle richieste di garanzia sui finanziamenti. A quel punto l’erogazione è immediata. Il primo giorno di operatività del portale ha registrato però la presentazione di meno di un centinaio di domande arrivate con tutta probabilità da piccole banche che hanno gestito in modo individuale le pratiche e che in alcuni casi avrebbero già proceduto a erogare in giornata piccole somme.

Loading...

Grandi banche pronte da oggi ad accogliere le domande
Ma le grandi realtà come Unicredit, Banco Bpm, Ubi, Bnl e Intesa Sanpaolo hanno iniziato ad accogliere le domande da lunedì 20 aprile per poi erogare i finanziamenti. Si prevede un processo graduale di inoltro delle domande, anche perché po' di tempo si rende necessario anche per i soggetti interessati per riuscire a compilare il modulo e le autocertificazioni connesse, le quali richiedono la raccolta di parecchie informazioni.

Patuelli (Abi): non recarsi nelle filiali
Fin dalle prime ore della mattina il presidente dell’Abi, l’associazione delle banche Antonio Patuelli ha chiesto di non recarsi «nelle filiali: le richieste di informazioni e le domande - ha spiegato in un intervento alla trasmissione “Circo Massimo” - si fanno per telefono e via mail». Ma comunque molti clienti si sono recati ugualmente agli sportelli, anche senza appuntamento. Come ha affermato il segretario del sindacato Fabi Lando Sileoni ci sono state «ondate di richieste, mentre, su tutto il territorio nazionale, si sono verificati frequenti momenti di tensione fra i clienti - accorsi in agenzia per chiedere liquidità - e il personale bancario».

Abi chiede alle banche se attivate misure per prestiti
In ogni caso l'iter stabilito dal decreto resta piuttosto
complesso e non esime le banche dal controllo riciclaggio e
l'adeguata verifica. Non a caso l’Abi ha diramato una circolare con la quale ha chiesto di conoscere con urgenza dagli associati gli adempimenti posti in essere e attivati per la concessione dei finanziamenti fino a 25mila euro con garanzia al 100%. In particolare, si legge in una nota, l’associazione ha chiesto di conoscere se sono state «fornite linee guida alle filiali», date indicazioni con riguardo all’accoglimento delle domande, definite le modalità di comunicazione dell’operatività, individuate le date per la piena operatività della misura e quantificate le domande finora pervenute.

Pronto il sistema per finanziare le imprese maggiori
E se per il prestito fino a 25mila euro alle pmi garantito dallo
Stato i motori sono stati accessi, è stato compiuto un altro passo per i finanziamenti alle aziende medio-grandi garantiti da Sace dopo che si è chiuso l'accordo con l'Abi per le modalità operative e i termini di rilascio. Dopo qualche difficoltà iniziale sta giungendo al traguardo infatti anche il sistema per finanziare le imprese maggiori chiamato 'Garanzia Italia'. Con l'avvio della piattaforma messa a punto da Sace, le richieste delle aziende potranno essere inserite e una risposta arrivare anche nell'arco di qualche giorno.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti